Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA PARTNERSHIP

Lotta al cybercrime, è alleanza Polizia di Stato-BT Italia

Analisi dei rischi, scambio informativo, rapporti previsionali, gestione di eventi e situazioni critiche con il supporto della sala operativa tra le iniziative di collaborazione previste dall’accordo

22 Feb 2018

A. S.

Analisi dei rischi, scambio di informazioni, rapporti previsionali sull’evoluzione del cybercrime e sulle minacce informatiche, gestione di eventi e situazioni critiche con il supporto della sala operativa attiva h24: sono alcune delle iniziative di collaborazione previste dall’accordo sulla cybersecurity siglato oggi tra Polizia di Stato e BT Italia. A firmare la convenzione, che ha l’obiettivo di sviluppare una collaborazione strutturata per l’adozione di strategie sempre più efficaci in materia di prevenzione e contrasto al cybercrime, Franco Gabrielli (a sinistra nella foto), Capo della Polizia – direttore generale della Pubblica sicurezza e Andrea Bono (a destra nella foto), Ad di BT Italia.

In particolare, si legge in una nota del Viminale, i sistemi informatici e le reti di telecomunicazione in uso a BT Italia, tra i maggiori provider mondiali di soluzioni di comunicazione nonché principale fornitore di servizi di rete e IT a livello globale, rappresentano una risorsa fondamentale di interesse nazionale per la funzionalità e continuità delle prestazioni fornite nell’ambito dei servizi di pubblica utilità. “La cybersecurity – prosegue il comunicato del ministero dell’Interno – è dunque non solo una necessità, ma una priorità, che la Polizia di Stato e BT intendono garantire attraverso interventi integrati, volti alla condivisione informativa e alla gestione congiunta degli eventi sul piano operativo con i principali attori della sicurezza cibernetica”.

Per la Polizia di Stato il supporto verrà assicurato dal Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche (Cnaipic) del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, che si occupa della tutela delle reti informatiche di realtà, sia pubbliche che private, di importanza strategica per il paese.

Alla firma della convenzione erano presenti, per il dipartimento della Pubblica sicurezza, il direttore centrale per la Polizia stradale, ferroviaria, delle comunicazioni e per i reparti speciali della Polizia di Stato, Roberto Sgalla, e il direttore del servizio Polizia postale e delle Comunicazioni, Nunzia Ciardi, mentre per BT Italia, Rodolfo Bini, responsabile funzione sicurezza, e Lucio Micheli, direttore vendite-settore pubblico.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5