Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L’ACQUISIZIONE

Orange si rafforza nella cybersecurity: takeover da 500 milioni su SecureLink

L’operatore francese mette le mani su uno dei principali fornitori indipendenti di servizi per la sicurezza informatica in Europa settentrionale. Hugues Foulon: “Diventiamo uno specialista di riferimento per la difesa”

27 Mag 2019

A. S.

Diventare uno dei leader in Europa nel campo della sicurezza informatica: è l’obiettivo che ha portato Orange a siglare l’accordo con Intercorp per l’acquisizione il 100% di Securelink, in un takeover da 515 milioni di euro. SecureLink, con sede nei Paesi Bassi, fornitore indipendente di servizi di cybersecurity, ha una forte presenza nei mercati di Svezia, Belgio, Paesi Bassi, Regno Unito, Germania, Danimarca e Norvegia. Questa operazione fa seguito a quella portata a termine nel gennaio 2019 con l’acquisizione di SecureData.

L’offerta di SecureLink comprende consulenza specialistica, manutenzione di sicurezza, supporto con desk di assistenza 24 ore su 24 e funzionalità avanzate e gestite di rilevamento e risposta. Il gruppo è inoltre rivenditore a valore aggiunto di software di sicurezza e soluzioni hardware, con oltre 1.000 accreditamenti tecnici o di vendita con fornitori di sicurezza blue chip. Il gruppo conta su 660 dipendenti e 14 uffici che servono attualmente 2.100 clienti. “Con questa acquisizione – si legge in una nota dell’operatore – Orange diventa uno dei leader in Europa per la sicurezza informatica con circa 1.800 dipendenti, oltre 600 milioni di euro di fatturato proforma nel 2018.

Orange si rafforza così al di fuori dei confini nazionali, mentre in Francia conta su Orange Cyberdefense, realtà che ha registrato 303 milioni di euro di ricavi nel 2018, in crescita del 12% rispetto al 2017.

Dal punto di vista organizzativo, una volta ottenute tutte le autorizzazioni del caso, il senior management di SecureLink entrerà a far parte del team di leadership globale e parteciperà alla costruzione del modello operativo per l’organizzazione integrata.

“La sicurezza informatica è una priorità crescente per le aziende di tutte le dimensioni e riteniamo che i due fattori più importanti per il successo siano Scala e Prossimità – afferma Hugues Foulon, direttore esecutivo cybersecurity di Orange – Scala perché le minacce odierne sono globali, complesse e richiedono capacità di protezione corrispondenti. Prossimità perché nel mondo IT globale, un partner locale affidabile per proteggere le risorse strategiche diventa cruciale. Con l’acquisizione di SecureData e SecureLink, Orange ha la scala più vasta per anticipare e respingere gli attacchi, oltre a team di difesa locali in tutti i principali mercati europei, e questo rende l’organizzazione congiunta uno specialista di riferimento per la difesa”.

“Siamo rimasti molto colpiti dall’ambizione e dal percorso di sviluppo di Orange Cyberdefense negli ultimi anni e siamo entusiasti di collaborare insieme alla costruzione di un leader a livello europeo della sicurezza informatica – aggiunge Thomas Fetten, amministratore delegato di SecureLinkOrange Cyberdefense, SecureData e SecureLink sono perfettamente complementari e condividono una visione comune per il settore: questa organizzazione congiunta si troverà nella posizione ideale per venire incontro alle esigenze di clienti, partner e dipendenti”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4