Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L’ACCORDO

Sicurezza informatica, Sky Italia e Polizia Postale alleate contro gli hacker

L’intesa mira a prevenire e contrastare la criminalità tutelando “i sistemi e i servizi informativi critici di particolare rilievo per il Paese”. A firmarla Franco Gabrielli e l’Ad della pay Tv Andrea Zappia

21 Giu 2018

Antonello Salerno

Nasce l’alleanza tra la Polizia di Stato e Sky Italia per difendere le infrastrutture critiche del Paese dagli attacchi informatici. A firmare l’accordo, che mira a prevenire e contrastare eventuali attacchi che prendano di mira “i servizi e i sistemi informativi critici”, sono stati il Capo della Polizia, Franco Gabrielli, e l’amministratore delegato di Sky Italia, Andrea Zappia.

La convenzione è un ulteriore tassello della strategia nazionale per la cybersecurity, che prevede il massimo della collaborazione tra pubblico e privato nella prevenzione e nel contrasto della criminalità informatica, come dispongono le direttive del ministero dell’Interno per potenziare l’attività di prevenzione stipulando accordi con gli operatori che forniscono “prestazioni essenziali”, come nel caso della più importante Pay Tv nazionale.

“La Polizia Postale e delle Comunicazioni – si legge in una nota congiunta – è quotidianamente impegnata a garantire l’integrità e la funzionalità della rete informatica delle strutture considerate ‘sensibili’ per il Paese attraverso il Centro nazionale anticrimine informatico per la protezione delle infrastrutture critiche (Cnaipic)”.

Dal canto suo Sky Italia raggiunge quotidianamente con i propri programmi milioni di italiani attraverso più piattaforme tecnologiche, e rappresenta  – spiega il  comunicato – una realtà di rilievo strategico per il Paese e risulta perciò necessario assicurare l’integrità dei sistemi informatici funzionali al perseguimento della mission aziendale”.

L’accordo stabilisce così una sinergia operativa tra la Polizia Postale e Sky secondo i dettami della “sicurezza partecipata”, con l’obiettivo di “mettere a fattor comune esperienze e informazioni per garantire un elevato livello di sicurezza informatica nonché prevenire e contrastare eventi critici di natura cibernetica”.

Alla firma del documento hanno partecipato anche Roberto Sgalla, direttore centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i reparti speciali della Polizia di Stato, e Nunzia Ciardi, direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. Per Sky insieme a Zappia hanno firmato Riccardo Pugnalin, executive vice president communication and public affairs, Roberto Scrivo, direttore public affairs e institutional communication, e Matteo Feraboli, direttore cybersecurity, content protection and resilience.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Antonello Salerno

Professionista dal 2000, dopo la laurea in Filologia italiana e il biennio 1998-2000 all'Ifg di Urbino. Ho iniziato a Italia Radio (gruppo Espresso-La Repubblica). Poi a ilNuovo.it, tra i primi quotidiani online nati in Italia, e a seguire da caposervizio in un'agenzia di stampa romana. Dopo 10 anni da ufficio stampa istituzionale sono tornato a scrivere, su CorCom, nel 2013. Mi muovo su tutti i campi dell'economia digitale, con un occhio di riguardo per cybersecurity, copyright-pirateria online e industria 4.0.

Articolo 1 di 5