Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'ESPERIMENTO

Usa 2020 a rischio hacker, le macchine per il voto non sono sicure

Simulata una cyber-intrusione per testare i dispositivi: rilevate numerose vulnerabilità a causa delle password di troppo semplici e di sistemi di crittografia poco efficaci

30 Set 2019

F. Me

Le presidenziali Usa 2020 a rischio hacker. Secondo quanto riporta il Washington Post, le macchine per votare impiegate nelle elezioni americane non sono sicure: lo scorso agosto a Las Vegas in occasione della conferenza “Def Con” è stato simulato un attacco cyber. Ognuna delle oltre 100 macchine esaminate dai ricercatori è risultata vulnerabile ad almeno un attacco. La tipologia device è quella utilizzata in tutti gli Stati Usa, gran parte dei quali ordinati su eBay. I ricercatori della Georgetowen University, che hanno effettuato i test, hanno riferito i risultati alle Autorità Usa che ora sono a lavoro per trovare soluzioni.

I dettagli dei test non sono noti, ma si parla di password di default troppo semplici e un sistema poco efficace di crittografia per secretare le informazioni raccolte. La violazione può avvenire mediante accesso fisico alle macchine ma anche da remoto. L’esperimento fa riflettere in vista delle elezioni presidenziali del 2020 e considerato quanto è emerso dopo le elezioni del 2016 in termini di interferenze dall’estero nel processo di voto.

“Ho intenzione di farlo presente a tutti i membri del Senato degli Stati Uniti”, ha detto il senatore dell’Oregon Ron Wyden alla Cnn.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

C
cybersecurity
H
hacker
U
usa 2020

Articolo 1 di 4