5G, Volkswagen avvia i test per la smart factory - CorCom

IL PROGETTO

5G, Volkswagen avvia i test per la smart factory

Nello stabilimento di Wolfsburg si verificherà se la tecnologia è in grado di soddisfare i requisiti richiesti per realizzare i veicoli e poi, eventualmente, battezzare la produzione industriale in serie

19 Ott 2021

La Volkswagen ha annunciato di star compiendo un ulteriore passo avanti nella direzione di fabbriche completamente collegate in rete. Una rete locale 5G autonoma (“rete di campus”) è ora disponibile presso il suo stabilimento principale di Wolfsburg. La rete coprirà inizialmente il principale centro di sviluppo della produzione e la sala pilota. Il progetto pilota verificherà se la tecnologia 5G soddisfa i severi requisiti della produzione di veicoli per poi eventualmente utilizzarla per la produzione industriale in serie.

Verrà utilizzata una frequenza radio 5G dedicata per ottenere una trasmissione di dati sicura e senza ritardi. La “Fabbrica Trasparente” di Dresda ha a sua volta messo in funzione una cosiddetta “isola 5G”.

Christian Vollmer, membro del consiglio di amministrazione del marchio Volkswagen responsabile della produzione e della logistica ha affermato: “Nell’attuazione della nostra strategia Accelerate stiamo lavorando a pieno ritmo per trasformare i nostri siti Volkswagen in fabbriche intelligenti. Il nostro obiettivo è ottimizzare continuamente la nostra produzione e renderla ancora più efficiente e flessibile. Riteniamo che la tecnologia 5G abbia un grande potenziale di innovazione, dall’uso di robot intelligenti e sistemi di trasporto senza conducente al controllo in rete di impianti e macchinari in tempo reale”.

Ci sono già circa 5.000 robot nello stabilimento Volkswagen di Wolfsburg, così come molte altre macchine e sistemi. In futuro sarà necessaria una trasmissione di dati sicura e senza ritardi per controllarli e monitorarli. La latenza, ovvero il tempo necessario per l’invio dei dati attraverso la rete, è significativamente ridotta con le reti 5G rispetto ad altre tecnologie di comunicazione wireless come la Wlan. La tecnologia 5G offre tempi di latenza estremamente brevi fino a un millisecondo, velocità di trasmissione dati nell’ordine dei gigabit e una notevole affidabilità anche con un utilizzo elevato.

Questa comunicazione wireless in tempo reale renderà possibili per la prima volta molte applicazioni per una futura fabbrica “smart”. Uno scenario da testare nella fase pilota in condizioni di laboratorio reali a Wolfsburg è il caricamento wireless dei dati sui veicoli fabbricati. Con livelli di digitalizzazione sempre più elevati e veicoli completamente connessi, il processo di produzione richiede la trasmissione di grandi quantità di dati alle auto. Il 5G consente di eseguire questa operazione molto più rapidamente e in qualsiasi momento durante la produzione.

Beate Hofer, cio del Gruppo Volkswagen ha affermato: “Una comunicazione wireless efficiente in tempo reale sarà cruciale per una produzione flessibile in futuro. Il 5G ha il potenziale per essere uno di questi driver dell’Internet of Things industriale. Il nostro obiettivo è quindi quello di accumulare una vasta esperienza nel funzionamento e nell’uso industriale della tecnologia 5G”.

A lungo termine, la rete del campus presso il sito di Wolfsburg dovrebbe coprire gran parte del sito dell’impianto di 6,5 chilometri quadrati. Per la rete del campus di Wolfsburg, l’azienda ha richiesto ed è stata assegnata una frequenza radio privata da 3,7 a 3,8 Gigahertz con una larghezza di banda di 100 Megahertz dalla Federal Network Agency.

Lo spettro esclusivo è un fattore chiave per le operazioni del campus 5G nel sito di produzione. La trasmissione wireless senza interferenze richiede una frequenza dedicata che verrà utilizzata esclusivamente da Volkswagen per scopi di produzione. Le apparecchiature di rete per la rete pilota 5G sono fornite dal gruppo di telecomunicazioni finlandese Nokia.

Anche presso la Transparent Factory di Dresda, una fabbrica pilota per il marchio Volkswagen che sta testando tecnologie innovative per la serie ID.3, è stata messa in funzione un’isola 5G. Si sta sviluppando il controllo in rete per un sistema di trasporto senza conducente in collaborazione con Porsche, Audi e l’Università della tecnologia di Dresda. I sensori nel sistema di trasporto senza conducente trasmettono i dati ambientali al computer cloud utilizzando il 5G. Questo calcola il percorso e restituisce le informazioni in tempo reale. Il progetto a Dresda è finanziato dal Ministero federale tedesco dell’istruzione e della ricerca.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

V
Volkswagen

Approfondimenti

5
5g

Articolo 1 di 5