Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

A Giovanni Nasi la prima edizione del “Premio Volpato”

Dedicato alla memoria del direttore generale di Infocamere il neonato riconoscimento istituito dalla Camera di Commercio di Padova in occasione del bicentenario

11 Nov 2011

Sarà dedicata a Giovanni Nasi (1946-2009), direttore generale di
InfoCamere, la prima edizione del Premio Mario Volpato, istituito
alla memoria del presidente della Camera di Commercio di
Padova.

Il riconoscimento è assegnato a chi "ha dimostrato di avere
una straordinaria lungimiranza intellettuale, unita alla tenacia e
alla perseveranza che viene dalla fede nelle idee, caratteristiche
che hanno contraddistinto l'attività di Volpato" .

Il premio sarà ritirato dalla moglie di Nasi e consiste in un
cristallo ottico inciso al laser, progettato dalla Scuola italiana
design del Parco scientifico e tecnologico Galileo di Padova.

La Camera di Commercio di Padova nell’anno del suo Bicentenario
ha istituito il “Premio Mario Volpato”, con l'obiettivo di
ricordare la figura straordinaria del presidente Mario Volpato
(1915-2000) e di puntare i riflettori sull’importanza
dell’innovazione, una fondamentale leva strategica per aiutare le
imprese a risollevarsi dalla crisi economica.

Il Premio è assegnato a chi ha dimostrato di avere una
straordinaria lungimiranza intellettuale, unita alla tenacia e alla
perseveranza che viene dalla fede nelle idee, caratteristiche che
hanno contraddistinto la personalità di Mario Volpato.

L'edizione 2011 del premio viene assegnata alla memoria di
Giovanni Nasi, e per questo consegnato alla moglie Chiara Nasi
Sebastiani.

La motivazione del premio

Sotto la guida di Giovanni Nasi, Direttore Generale dal 1991,
InfoCamere è diventata uno strumento chiave di innovazione al
servizio delle Camere di Commercio, in grado di creare valore per
il cittadino e l’impresa e di supportare lo sviluppo del
mercato.

In InfoCamere infatti, come in tutte le realtà in cui si è
trovato ad operare, Giovanni Nasi ha combattuto le sue battaglie
per portare l’innovazione nella Pubblica Amministrazione, e ne ha
vinte anche alcune importanti. Come quando nel 1996 InfoCamere ha
realizzato il Registro delle Imprese, novità assoluta in campo
europeo, reso possibile grazie alla rete telematica nazionale del
sistema camerale, nata inizialmente come rete chiusa e sviluppata
poi come rete virtuale aperta per comunicare in piena sicurezza sia
all’interno che all’esterno delle Camere stesse.

In tutta la sua vita lavorativa Giovanni Nasi, con pazienza e
determinazione, ha inseguito un sogno: quello di far funzionare
meglio la Pubblica Amministrazione.

Per questo si è distinto come una delle persone che in questi anni
ha più contribuito a dare dignità al ruolo dello Stato
nell’economia, al servizio dei cittadini e delle imprese.

Giovanni Nasi (Torino 1946 – Roma 2009) consegue
il diploma di laurea in giurisprudenza presso l’Università degli
studi di Torino con il massimo dei voti, e il master di economia
industriale della Scuola Superiore Enrico Mattei dell’ENI.
Nel 1974 è nominato Direttore dell’Ufficio Studi del Ministero
dell’Industria, poi Dirigente Generale dello stesso Ministero e
successivamente Capo di Gabinetto del Ministro; nel 1979 è
Direttore Generale del Commercio Interno e dei Consumi Industriali,
carica ricoperta fino all’aprile 1984.
Dal maggio 1984 al febbraio 1989 è Direttore Centrale Relazioni
Esterne dell’Iri. Dal marzo 1989 al 1990 è Direttore della
Divisione Seat Pagine Gialle. Da gennaio a settembre 1991 coordina
le attività della Stet in Argentina.
Dall’ottobre 1991 è Direttore Generale di Cerved. Dal gennaio
1995 è Direttore Generale di Infocamere, dal luglio 2007 è
Amministratore Delegato di InfoCert e dal giugno 2008 è componente
del Consiglio Generale della Compagnia di San Paolo (Torino).