Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'INAUGURAZIONE

A Milano il nuovo centro di Eit Digital: focus sull’industry del futuro

Ospiterà corsi di formazione, eventi, incontri dedicati allo sviluppo di progetti “smart”. La struttura va ad aggiungersi al quartier generale di Trento, sede principale dell’organizzazione europea in Italia

23 Mag 2018

Giorgia Pacino

Un nuovo spazio per discutere di tecnologia e innovazione. Apre a Milano il primo centro satellite di Eit Digital, l’organizzazione europea impegnata ad accelerare la trasformazione digitale nel Vecchio continente.

Ospiterà corsi di formazione, eventi, incontri dedicati allo sviluppo di progetti in ambito Digital Industry. Il centro di Milano va ad aggiungersi al quartier generale di Trento, sede principale in Italia. L’organizzazione fa parte dell’Istituto Europeo di Tecnologia ed è presente con le sue strutture, ribattezzate “Nodi”, in dieci nazioni europee. Il “Nodo” italiano è a Trento, ma il nuovo centro di Milano servirà a intensificare le operazioni con partner come Siemens, Reply, Engineering, STMicroeletronics, TIM, Politecnico di Milano.

“Stiamo entrando in una nuova fase della nostra presenza milanese – spiega Gian Mario Maggio, direttore del Nodo italiano – e il fatto che ci siamo spostati in una nuova sede nel cuore del distretto industrial di Milano è in linea con la strategia complessiva di EIT Digital e in particolare con la strategia del Nodo italiano, che prevede di focalizzarsi maggiormente sulla Digital Industry”.

L’organizzazione è punto di riferimento per una rete di oltre 170 grandi aziende, piccole e medie imprese, start-up, università e istituti di ricerca in tutta Europa. Il satellite di Milano ospiterà due “High Impact Initiatives” (HII), iniziative ad alto impatto. La prima è denominata Active ed è incentrata sull’Internet of Things per consentire una serie di applicazioni e servizi verticali. La seconda, chiamata Oedipus (Operate European Digital Industry with Products and Services), si concentra sulla manutenzione predittiva.

Sottoprodotto di Oedipus è la creazione, in vari Nodi europei, di hub per la trasformazione digitale dell’industria manifatturiera. Prenderanno il nome di iCenter e il primo, realizzato in collaborazione col Cefriel, avrà sede proprio all’interno del satellite milanese. Il centro lombardo sarà, infine, anche punto di riferimento per gli studenti del programma di Industrial Doctoral School, realizzato da Eit Digital e portato avanti in Italia con la collaborazione dell’Università di Trento e del Politecnico di Milano.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

E
eit digital
I
Industry 4.0
I
internet of things

Articolo 1 di 5