Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Accordo da 5 milioni con Ibm

07 Ott 2011

Il gruppo Itway, società quotata al segmento AllStar di Borsa
Italiana, specializzato nella produzione e distribuzione di
soluzioni e tecnologie per l'e-business, ha firmato un accordo
commerciale per la distribuzione dei pacchetti software Ibm.

Questo accordo, si legge in una nota, consentirà ad Itway di
distribuire tutta la gamma di pacchetti software Ibm,
dall'offerta di Information Management (Db2) alle soluzioni di
network management (Tivoli), dalle soluzioni di produttività e
collaboration (Lotus) alle soluzioni di Business Intelligence
(Cognos).

La partnership posiziona Itway come il Value Added Distributor
italiano in grado di offrire ai propri clienti una piattaforma
completa, hardware e software integrata, con la possibilità di
spaziare dalla piccola media impresa alle grandi aziende, grazie
alla flessibilità e modularità dei prodotti Ibm.

Secondo il management Itway, questo accordo genererà 5 milioni di
euro circa nei prossimi due anni, valore che si andrà ad
aggiungere al volume di affari già sviluppato da Itway attraverso
la distribuzione delle piattaforme hardware di Ibm a seguito
dell'accordo a fine 2010.

Questo accordo, sottolinea Cesare Valenti, Vice President
responsabile del Marketing Strategico di Itway, "riveste
un'estrema importanza per noi, perché ci permette di offrire
soluzioni uniche ed integrate sfruttando una leadership tecnologica
indiscussa, quella di Ibm, a cui affiancare la presenza capillare
della rete Itway nel territorio e facendo anche leva sui servizi
finanziari che Ibm offre ai propri partner".

"L'ampia gamma di prodotti che il portafoglio Ibm offre –
aggiunge Valenti – diventa per noi un'importante leva di
sviluppo e di crescita in un mercato sempre più selettivo e alla
ricerca di soluzioni innovative che diano alle aziende gli
strumenti informatici necessari per competere nell'attuale
situazione di mercato sempre più complessa e difficile".

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link