Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

BILANCIO

Adobe, il cloud spinge i ricavi

La software house chiude l’esercizio fiscale al 30 novembre 2012 con un fatturato a 4,4 miliardi di dollari, in crescita sul 2011. Utili netti invariati

14 Dic 2012

P.A.

Adobe ha chiuso l’esercizio fiscale al 30 novembre 2012 con ricavi per 4,4 miliardi di dollari, in aumento rispetto ai 4,2 miliardi dell’anno scorso. Gli utili netti si sono attestati a 832 milioni di dollari, invariati rispetto all’anno scorso.

Per quanto riguarda il quarto trimestre, la società ha riportato un fatturato di 1,153 miliardi di dollari in linea con il target prefissato tra 1.075 e 1.125 miliardi di dollari. Gli utili del quarto trimestre sono pari a 222,33 milioni di dollari, contro i 173,72 milioni di un anno fa.

Durante l’ultimo trimestre 2012, la società ha visto un’accelerazione nell’adozione di Adobe Creative Cloud in modalità abbonamento. Un altro driver nel quarto trimestre sono state le vendite di Adobe Marketing Cloud e Document Services.

“Nell’anno fiscale 2012 abbiamo raggiunto i nostri obiettivi per quanto riguarda gli abbonamenti ad Adobe Creative Cloud e Adobe Marketing Cloud è diventata leader nel settore in forte evoluzione del Digital Marketing – ha commentato Shantanu Narayen, presidente e Ceo di Adobe – Nell’anno fiscale 2013 ci impegneremo per accelerare il nostro ritmo di innovazione e per implementare l’integrazione tra Creative Cloud e Adobe Marketing Cloud”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
adobe
S
Shantanu Narayen