Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

LA PARTNERSHIP

Agenda digitale, più stretta la collaborazione Assinter-Regioni

Via all’accordo tra l’associazione delle in house Ict e la commissione Agenda digitale: focus sulla diffusione delle best practice. Fresca Fantoni: “Acceleriamo l’innovazione, partendo dai territori”

31 Mar 2017

Contribuire a fare l’Italia digitale mettendo a fattore comune le migliori pratiche. E’ l’obiettivo dell’accordo di collaborazione firmato da Assinter e la Commissione speciale Agenda digitale delle Regioni, guidata dall’assessore friulano Servizi informativi, Paolo Panontin.

“La collaborazione tra la Commissione speciale Agenda digitale e Assinter ufficializzata oggi a Palmanova è un momento rilevante e significativo che sancisce lo sforzo di comporre un mosaico tra le Regioni e le loro società Ict in house per quanto riguarda i processi di digitalizzazione e la messa a fattor comune delle migliori esperienze – spiega Panontin – Abbiamo creato le condizioni per uno scambio di informazioni e per una programmazione condivisa – ha evidenziato Panontin – ed è emblematico che questa collaborazione sia stata illustrata nella sede della Protezione civile di Palmanova, che rappresenta un unicum assoluto, a livello di tecnologia, formazione e digitalizzazione e che segna un’eccellenza assoluta del Friuli Venezia Giulia”.

Per la presidente di Assinter Italia, Clara Fresca Fantoni, “l’accordo strategico tra la Conferenza delle Regioni e Assinter crea luoghi, momenti e spazi di incontro per iniziative progettuali che possano fungere da acceleratore dell’agenda digitale nei territori delle Regioni e delle Province autonome in stretto raccordo con le iniziative nazionali”.

Il ruolo di avamposto del Friuli Venezia Giulia nelle politiche digitali è stato evidenziato dal presidente di Insiel, Simone Puksic. “L’intesa odierna succede qui – ha detto Puksic – perché qui siamo riusciti a costruire un percorso di sinergia che ha funzionato e un’agenda che ha lavorato bene, basti pensare all’applicazione alla riforma della sanità, alle Unioni territoriali e alla banda larga”.

Secondo l’assessore della Regione Piemonte, Giuseppina De Santis, l’accordo di oggi tra Conferenza delle Regioni e Assinter “è un segnale della consapevolezza che bisogna lavorare insieme, perché c’è tanto da fare“. Proprio De Santis e la collega della Regione Puglia, Loredana Capone, sono i membri della Conferenza designati a fungere da raccordo sul protocollo d’intesa con Assinter.