Agenda digitale, via alle domande per accaparrarsi i 150 mln del Mise - CorCom

I BANDI

Agenda digitale, via alle domande per accaparrarsi i 150 mln del Mise

Da oggi è possibile presentare le istanze per accedere ai fondi del bando “Ict-Agenda digitale” lanciato dallo Sviluppo economico. Dal 30 giugno parte anche il progetto “Industria sostenibile”

25 Giu 2015

F.Me.

Si scalda la partita del digitale. Da oggi 25 giugno possono essere presentate le istanze per accedere ai 150 milioni del bando “Ict-Agenda digitale” del ministero dello Sviluppo economico mentre bisognerà aspettare il 30 giugno per le domande realtive al bando “Industria sostenibile” che mette sul piatto 250 milioni.

Sarà così possibile accedere alle agevolazioni del Fondo per la crescita sostenibile dirette a finanziare grandi progetti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione elettronica (Ict) coerenti con l’Agenda digitale italiana.

Il bando Ict-Agenda digitale ha lo scopo di sostenere progetti in grado di esercitare un significativo impatto sullo sviluppo del sistema produttivo e dell’economia del Paese, grazie a un mercato digitale unico basato su Internet veloce e superveloce e su applicazioni interoperabili e sviluppando specifiche Tecnologie Abilitanti, nell’ambito di quelle definite dal Programma quadro comunitario “Horizon 2020”, con adeguate e concrete ricadute su determinati settori applicativi.

Le imprese che intendono accedere alle agevolazioni devono presentare istanza preliminare esclusivamente in via telematica selezionando una delle due procedure disponibili nel sito internet del Soggetto gestore (https://fondocrescitasostenibile.mcc.it) a seconda che si intendano richiedere le agevolazioni a valere sul bando Agenda digitale o a valere sul bando Industria sostenibile.

L’istanza preliminare può essere presentata dalle ore 10:00 alle ore 19:00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 25 giugno 2015 per il bando Agenda digitale, e a partire dal 30 giugno 2015 per il bando Industria sostenibile.