EDITORIA

Aie accelera sul digitale, via al progetto Smart Book

La piattaforma web è focalizzata sullo sviluppo di nuovi servizi tecnologici per il libro. L’obiettivo è favorire l’incontro tra imprese editoriali e aziende

09 Apr 2014

Lorenzo Forlani

Tisp, il network europeop (composto da 25 organizzazioni di 12 paesi) coordinato dall’Associazione italiana degli editori (Aie), ha presentato ieri a Londra “Smart book”, una piattaforma web aperta al mondo dell’editoria e dell’Ict con al centro business case, esempi concreti di cooperazione tra Ict e mondo dell’editoria come lo sviluppo di nuovi servizi tecnologici per il libro. L’obiettivo della piattaforma è quello di favorire l’incontro tra imprese editoriali e aziende Ict, per stimolare partnership e modelli di business.

Tisp Smart Book – spiega Pietro Attanasio, coordinatore del progetto di Tisp per Aie – si propone come un trait d’union fra editoria e mondo dell’Ict, offrendosi come punto di riferimento per l’innovazione e come terreno comune per condividere analisi, approfondimenti e raccomandazioni politiche”.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

Joh Higgins, direttore generale di Digital Europe, associazione di categoria dell’industria Ict, ha sottolineato come “Tisp smart book risponde alla trasformazione in atto da anni nell’editoria. E sopratutto alimenta il cambiamento a venire”. Secondo Anne Bergman-Tahon, direttore della Federazione degli Editori Europei, “questa iniziativa permetterà agli editori e fornitori di tecnologie in Europa di servire meglio i lettori europei”.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
aie
D
digital europe
J
john higgins
T
Tisp