Aiip, Brunetti confermato alla presidenza fino al 2017 - CorCom

LE NOMINE

Aiip, Brunetti confermato alla presidenza fino al 2017

L’associazione italiana Internet provider rinnova le cariche sociali per il prossimo biennio: alla vicepresidenza Paolo Nuti e Marco Fiorentino, tesoriere Gabriele Conte. Dodici i consiglieri a titolo volontario

17 Apr 2015

A.S.

Renato Brunetti è stato confermato nella carica di presidente dell’associazione italiana Internet provider (Aiip) per il biennio 2015-2017. A deciderlo è stata l’assemblea generale dell’associazione nella riunione dedicata al rinnovo delle cariche sociali. Insieme alla nomina del co-fondatore e presidente di Unidata, l’assemblea ha eletto alla vicepresidenza Paolo Nuti (Mc-Link) e Marco Fiorentino (KpnQwest), mentre alla carica di tesoriere è stato designato Gabriele Conte (ClioCom).

“Il consiglio direttivo di Aiip – si legge in una nota dell’associazione – si avvarrà inoltre del contributo volontario di dodici consiglieri: Ivan Botta (Enter), Corrado Del Po (CDLan), Giovanni Zorzoni (MyNet), Joy Marino (Mix), Giuliano Peritore (Panservice), Loris Marcovati (Metrolink), Stefano Manuali (Estracom), Enrico Boccardo (BBBell), Daniele Peli (Intred), Antonio Rita (Ngi), Gregorio Cosentino (Alternatyva) e Maurizio Menghini (Fastnet).

“È con particolare soddisfazione che rileviamo una forte vitalità nel settore – afferma Brunetti – che si manifesta come struttura portante e strategica del Paese al fine di una concreta innovazione digitale, che è condizione indispensabile per la crescita”.

L’associazione italiana internet provider (Aiip), si è costituita 20 anni fa, nel giugno del 1995, e conta attualmente oltre 50 aziende iscritte, distribuite su tutto il territorio nazionale, con 3.000 dipendenti, un fatturato di circa 900 milioni di euro (diretto e indotto) e investimenti per oltre 150 milioni di euro annui. “I principali obiettivi dell’associazione – conclude il comunicato – sono la cura dei rapporti con gli interlocutori istituzionali, la definizione e la diffusione di standard qualitativi e di regole di comportamento nell’ambito dell’offerta Internet, la promozione della rete Internet come strumento produttivo ed efficace per le aziende, in particolare le Pmi, e per gli utenti in genere, il coordinamento di iniziative di ricerca di interesse comune per gli associati, su argomenti tecnologici e analisi di mercato e l’istituzione di rapporti con organizzazioni internazionali aventi finalità similari”.