Airola (M5S) attacca Cardani: "Mi ha offeso durante un'audizione" - CorCom

LA POLEMICA

Airola (M5S) attacca Cardani: “Mi ha offeso durante un’audizione”

Il senatore “Mi ha dato dell’escremento durante la riunione della commissione di Vigilanza sulla Rai. Ho il video”. L’authority: il presidente è tranquillo, non ha offeso nessuno

12 Lug 2016

Polemica infuocata quella lanciata da Alberto Airola (nella foto) nei confronti del presidente Agcom Angelo Marcello Cardani. Con l’authority che getta acqua sul fuoco e fa sapere che il presidente è tranquillo, perché certo di non aver offeso nessuno. Ma ricostruiamo la vicenda: il senatore del Movimento 5 stelle Alberto Airola usa il 6 luglio parole al vetriolo, lamentando di essere stato offeso pesantemente dal presidente dell’autority durante la seduta della commissione di vigilanza sulla Rai del 22 giugno.

Il contesto, ricostruisce Repubblica.it, è quello dell’intervento di Airola su Rai, par condicio e referendum, in un passaggio del quale il senatore aveva sottolineato: “Non mi fido di Agcom”. A sostegno di questa sua posizione Airola aveva rievocato i fatti del 22 giugno: “Cardani mi ha dato dell’escremento – afferma – seduto lì, al suo posto. Purtroppo questa cosa non è stata riportata dai giornali, ma ho il video. Dunque non mi fido di Cardani, non mi fido dell’AgCom”.

Secondo quanto riportato dal quotidiano online, il Gruppo dei Cinque Stelle alla Camera avrebbe recapitato alla redazione due video. Uno, molto breve, di tre secondi, in cui il presidente di Agcom sussurra una frase dopo che Airola ha interrotto il proprio intervento, e un altro più lungo e “montato”, con scritte in sovraimpressione che “traducono” il labiale di Cardani riportando la presunta offesa.