L'ACQUISIZIONE

Almawave rileva il 100% di SisTer, la “star” dei big data nata dal Cnr

L’operazione vale 3,8 milioni. La società della provincia di Pisa è attiva nello sviluppo di soluzioni e progetti in ambito data science e open data analytics, spatial intelligence e piattaforme di decision support system. Utilities e PA centrale i target. Sandei: “In campo capacità di primo livello anche per l’attuazione del Pnrr”

23 Feb 2022

Domenico Aliperto

fusione-merger-accordo

Almawave ha sottoscritto un accordo vincolante per l’acquisizione del 100% del capitale sociale di SisTer (Sistemi Territoriali), società con sede a Cascina (Pisa) attiva nello sviluppo di soluzioni e progetti in ambito Data Science e focalizzata su Open Data Analytics, Spatial Intelligence e piattaforme di Decision Support System, per i settori Multi-utilities e Government.

I dettagli finanziari e strategici dell’acquisizione

L’operazione, si legge in una nota, trova radici nel duraturo rapporto di collaborazione che lega SisTer ad Almawave, ma soprattutto pone le basi per un rafforzamento sinergico di entrambe le società che, mettendo a sistema le rispettive competenze, potranno affermarsi in aree di business strategiche, comprese quelle connesse a più missioni del Pnrr (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza), rafforzando inoltre il posizionamento di Almawave in un settore in grande evoluzione come quello delle Multi-utilities.

WHITEPAPER
Sfide di mercato, strategie e strumenti per la nuova INDUSTRY4.0, con il digitale al centro
Automotive
IoT

L’acquisizione, finanziata interamente mediante il ricorso a risorse proprie di Almawave, prevede l’acquisto in cash da parte del gruppo del 100% del capitale sociale di SisTer a fronte di una valorizzazione complessiva di 3,8 milioni di euro, di cui 2,1 milioni di euro di enterprise value a cui si somma la posizione finanziaria netta positiva attesa per 1,7 milioni di euro, fatti salvi i consueti aggiustamenti prezzo post-closing in funzione della posizione finanziaria netta effettiva di SisTer alla data del closing.

Gli attuali key employees di SisTer saranno confermati nelle proprie posizioni e focalizzati in modo ancor più significativo al raggiungimento del piano di sviluppo definito, in Italia e all’estero, potendo contare su tutte le sinergie intercompany funzionali ad accelerare ulteriormente il percorso di crescita, grazie ad una integrazione operativa che supporterà tutte le attività.

“Sono molto felice perché, a poche settimane dall’accordo per l’acquisizione di The Data Appeal Company, entra a far parte del nostro perimetro un’altra realtà brillante ed efficiente”, dichiara Valeria Sandei, Amministratore Delegato di Almawave. “SisTer, con cui esiste un rapporto di collaborazione consolidato, detiene un patrimonio di competenze e asset di assoluto rilievo, riconosciuti sia in ambito nazionale che internazionale. Le rilevanti sinergie di know how, di offerta e di mercato ci consentiranno di affrontare in modo ancor più significativo le crescenti opportunità connesse ai nostri mercati di riferimento, agli ambiti di business in cui siamo già attivi e a quelli che andremo a sviluppare insieme: siamo in grado di mettere in campo capacità di primario livello anche per l’attuazione del Pnrr, sfida a cui è chiamato a rispondere l’intero sistema Paese. Le caratteristiche del deal ci permettono di essere immediatamente operativi, sia quale società sempre più qualificata sia come realtà in grado di attrarre nuovi talenti. Siamo certi inoltre che la vicinanza, non solo geografica, con lo storico Ateneo di Pisa sarà in questo senso un ulteriore elemento di valore di questa operazione”.

L’identikit di SisTer

Sistemi Territoriali nasce come spin-off del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) con l’obiettivo di fornire consulenza e servizi professionali ad enti pubblici e aziende private nell’ambito dei Sistemi di analisi delle Informazioni e supporto alle decisioni, con una specifica focalizzazione e competenza sui sistemi di Location Intelligence, i cosiddetti Sistemi Informativi Geografici (Gis).

Negli anni allarga le proprie competenze a Big Data e Open Data e oggi, forte di numerosi asset proprietari, vantaun portafoglio clienti di primaria rilevanza sia nell’ambito pubblico (Pa centrale, Regioni, Agenzie regionali, Province, Comuni, Università) sia in quello privato (Finance, Utilities, Gdo).

Ha inoltre avviato un percorso di internazionalizzazione, aggiudicandosi gare presso Enti di rilevanza mondiale come l’Ocse (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico), aderisce al Polo Tecnologico della Toscana Occidentale e al Polo di Innovazione della Regione Calabria “Ambiente e rischi naturali” e collabora fin dalla sua nascita con il mondo accademico. In SisTer operano complessivamente circa 30 professionisti altamente specializzati e qualificati.

Il gruppo stima la chiusura dell’anno fiscale 2021 con ricavi netti pari a 2,4 milioni di euro, con una crescita attesa del 23% rispetto all’esercizio precedente, ricavi totali (comprensivi degli altri proventi) per 2,9 milioni di euro (+21% YoY) ed un Ebitda pari a circa 600 mila euro, in sostanziale crescita rispetto all’esercizio precedente. La Posizione Finanziaria Netta stimata è positiva (cassa) per circa 1,7 milioni di euro. Il backlog pluriennale è in linea con i ricavi 2021.

Il trend di crescita positivo registrato negli ultimi anni potrà trovare ulteriore spinta grazie al Pnrr che, oltre all’area Government, destina importanti risorse ai sistemi di gestione delle risorse idriche, risparmio energetico e sostenibilità ambientale sui quali SisTer, grazie alla peculiarità della propria offerta, è già operativa con un posizionamento di eccellenza.

@RIPRODUZIONE RISERVATA