Amazon, scommessa da 3 miliardi sull'India - CorCom

Amazon, scommessa da 3 miliardi sull’India

Jeff Bezos annuncia nuovi investimenti per cavalcare la crescita dell’e-commerce nel Paese asiatico. Sfida ai marketplace locali, ma restano le incognite sulla penetrazione di Internet e l’azione di carte di pagamento elettronico

09 Giu 2016

Andrea Frollà

Una scommessa da 3 miliardi di dollari sull’India per Amazon. Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato del colosso dell’e-commerce, annuncia investimenti importanti nel Paese asiatico per cavalcare la crescita dell’e-commerce. La volontà di accelerare la crescita sul mercato indiano arriva in occasione dell’incontro avuto da Bezos con il premier indiano Narenda Modi a Washington.

Non si tratta del primo impegno di Amazon in India, visto che la compagnia aveva stanziato 2 miliardi di dollari per il 2014. Ma è sicuramente un segnale importante della volontà di Amazon di crescere in un Paese che offre buone prospettiva sul versante del commercio elettronico: gli acquisti online sono cresciuti da 6,3 miliardi di dollari del 2014 ai 16 dello scorso anno. Il numero uno di Amazon non ha voluto fornire dettagli sui tempi e le aree di interesse dei nuovi investimenti, ma in India la società conta già su alcuni magazzi e una rete logistica.

Il problema potrebbe risiedere nella difficile penetrazione di Internet nel Paese e nella scarsa adozione di carte di pagamento elettronico. Ma è chiaro che la presenza di un colosso com Amazon potrebbe costituire un driver importante per tutto il commercio elettronico indiano. A suo favore la compagnia di Bezos ha la quasi mancanza di grandi rivali, a parte i marketplace dei competitor locali Flipkart e Snapdeal.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
amazon
E
ecommerce
E
epayment
I
india
I
internet