Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

E-COMMERCE

Amazon, stretta sulle recensioni incentivate: “Sceglieremo noi i tester”

Amazon fa pulizia vietando i giudizi degli utenti che hanno ricevuto la merce gratis o scontata in cambio di un’opinione pubblicata online. Saranno ammessi solo quelli del programma Vine, con cui la compagnia identifica persone fidate per recensire i prodotti

09 Ott 2016

Amazon fa pulizia tra le recensioni vietando quelle “incentivate”, scritte cioè da utenti che hanno ricevuto la merce gratis o scontata in cambio di una opinione pubblicata online. In un recente aggiornamento delle linee guida, la compagnia ha annunciato il divieto per tutte le categorie di prodotto a eccezione dei libri, pur rilevando che le recensioni incentivate “sono solo una piccola frazione delle decine di milioni di recensioni su Amazon e, quando fatte con attenzione, possono essere utili ai clienti” fornendo valutazioni di merci nuove o meno note.

“Le recensioni sono uno degli strumenti più preziosi che offriamo ai clienti per prendere decisioni d’acquisto informate”, ha evidenziato in un post Chee Chew, vicepresidente di Amazon. Le recensioni incentivate sono ancora possibili, ma devono passare per il programma Vine di Amazon, tramite cui è la stessa compagnia a identificare e invitare persone fidate a recensire prodotti nuovi, “senza incentivare giudizi positivi”.

Il divieto introdotto da Amazon arriva a due settimane di distanza dalla pubblicazione di un video da parte della società ReviewMeta, che ha analizzato 18 milioni di recensioni dimostrando che quelle incentivate contengono una valutazione più positiva. Il video ha totalizzato oltre mezzo milione di visualizzazioni su YouTube.

Articolo 1 di 3