Ambienta compra Namirial e punta sulla dematerializzazione - CorCom

L'OPERAZIONE

Ambienta compra Namirial e punta sulla dematerializzazione

Il fondo di private equity focalizzato sulla sostenibilità ha perfezionato l’acquisizione della società marchigiana specializzata nella fornitura di soluzioni di Digital Transaction Management

07 Mag 2020

Domenico Aliperto

Ambienta Sgr, tra i principali fondi europei di private equity focalizzati sulla sostenibilità, annuncia il completamento dell’acquisizione di Namirial, società specializzata nella fornitura di soluzioni Dtm (Digital Transaction Management), che consentono alle aziende di dematerializzare i propri processi in modo sicuro.

Con sede a Senigallia (An), Namirial offre una vasta gamma di soluzioni di digitalizzazione dei processi aziendali, tra cui identificazione del cliente, autenticazione, firma elettronica, archiviazione digitale, posta elettronica certificata, fatturazione elettronica e soluzioni per la gestione documentale. Namirial offre inoltre software e servizi per contabilità, Hr, fiscalità, edilizia e cyber-defence. La società è stata fondata nel 2000 da Enrico Giacomelli e Claudio Gabellini, che manterranno rispettivamente una quota del 25% e del 5%. Dal punto di vista di Ambienta, la digitalizzazione, oltre a essere un’esigenza sempre più sentita dalle aziende, è intrinsecamente legata alla sostenibilità, in quanto contribuisce a ridurre drasticamente l’utilizzo di carta, e quindi di acqua, energia e rifiuti, riducendo le emissioni di CO2.

I numeri di Namirial e il ruolo di Ambienta

WEBINAR
Promuovere la digitalizzazione nell'Healthcare: strumenti e network per l’innovazione
Digital Transformation
Open Innovation

Con 440 dipendenti, uffici in cinque paesi e 120 partner internazionali, Namirial serve oltre un milione di clienti in tutto il mondo, dalle grandi aziende alle piccole e medie imprese e professionisti. Nel 2019 la società ha gestito oltre un miliardo di transazioni per le quali sono state generate oltre 500 milioni di firme elettroniche. I ricavi dell’azienda hanno raggiunto nel 2019 circa 50 milioni di euro, trainati soprattutto dal business del Dtm cresciuto di oltre il 30% Cagr. La forte crescita è stata favorita dalla progressiva conversione verso il digitale dei processi delle aziende, che si stanno sempre più spostando verso canali online e modalità operative remote e digitali. Ambienta – spiega la stessa società in una nota – consentirà a Namirial e al suo management team di sviluppare un’ambiziosa strategia di crescita rafforzando l’organizzazione aziendale e ampliando ulteriormente la sua presenza internazionale.

“Namirial si inserisce perfettamente nel portafoglio di investimenti di Ambienta”, commenta Giancarlo Beraudo, Partner del fondo. “Il modo in cui tutti noi lavoriamo sta cambiando e le soluzioni di Namirial aiutano le aziende, digitalizzando i processi, a lavorare da remoto, anche in smart working, riducendo gli spostamenti di persone e documenti e l’inquinamento che ne consegue. Inoltre ogni processo di digitalizzazione consente di ridurre l’uso della carta salvando centinaia di migliaia di alberi ogni anno”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA