Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Ancora un riconoscimento per i Bell Labs

27 Gen 2010

Un nuovo rilevante riconoscimento per l'avanzamento tecnologico
nelle telecomunicazioni è stato assegnato ad un ricercatore dei
Bell Labs, l'organizzazione di ricerca scientifica di
Alcatel-Lucent. Il dr. Randy Gilles è stato insgnito del
"premio Tyndall" per  una serie di fondamentali
avanzamenti tecnologici nel campo della commutazione ottica. Il dr.
Giles è stato tra l'altro co-inventore delle tecnologie di
amplificazione sulle fibre ottiche con dopaggio all'Erbio, una
tecnologia che consente oggi di trasmettere grandissime quantità
di informazioni da una parte all'altra della terra compiendo
centinaia di Km senza necessità di ripetizione del segnale.

 
Negli ultimi sei mesi, due ex ricercatori dei Bell Labs, William
Boyle e George Smith, sono stati insigniti del premio Nobel per la
Fisica per lo sviluppo dei sensori d'immagine CCD, mentre a
Andrew Chraplyvy e Robert Tkach, due ricercatori dei Bell Labs
tuttora in attività, è stato attribuito il Premio Marconi,
conferito in una manifestazione a Bologna lo scorso mese di
ottobre, per i loro contributi allo sviluppo delle nuove
generazioni di sistemi di comunicazione su fibre ottiche.

 
I Bell Labs sono la punta di diamante della ricerca di
Alcatel-Lucent, che vanta nel suo complesso 26 mila brevetti attivi
e che ha al suo attivo invenzioni come il transistor, il sistema
operativo Unix, il telefono a tastiera, la telefonia wireless ed è
ora impegnata anche in un programma per la riduzione delle
emissioni di CO2 nel campo dell'information & Communications
Technology.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link