Android diventa "Marshmallow": in autunno la nuova versione del sistema operativo - CorCom

MOBILE

Android diventa “Marshmallow”: in autunno la nuova versione del sistema operativo

L’aggiornamento, dal nome ispirato al dolce di zucchero popolare negli Usa, punterà sul sistema di pagamento via smartphone, destinato a fare concorrenza diretta ad “Apple Pay”. Debutto previsto su un nuovo phablet Huawei e sul rinnovato Nexus 5 di LG

18 Ago 2015

A.S.

Si chiamerà “Marshmallow” la versione 6.0 di Android, il sistema operativo per i device mobili ideato da Google. Mantenuta così la tradizione di chiamare le architetture con i nomi dei dolciumi, Google ha svelato che dietro alla “M” con cui era stato finora chiamato il sistema operatovi in via di rilascio si cela il nome del dolce di zucchero popolare negli Stati Uniti.

Il sistema operativo dovrebbe debuttare sul mercato in autunno, e le indiscrezioni parlano di un debutto su due nuovi Google phone: un phablet “Nexus” prodotto da Huawei e un nuovo Nexus 5 di LG.

La novità principale del nuovo sistema è il sistema per i pagamenti in mobilità Android Pay, e una nuova versione migliorata dell’assistente online. Proprio in questi giorni Google ha messo la versione finale del sistema operativo a disposizione degli sviluppatori, a cui la novità era stata annunciata durante la conferenza annuale di maggio.

Di Android Pay si sa che il nuovo sistema per i pagamenti in mobilità sarà in grado di autorizzare le transazioni attraverso l’impronta digitale, senza dover aprire applicazioni a parte. Parte così la sfida ad Apple Pay, che si basa sullo stesso sistema, quello della Nfc che permette di effettuare transazioni avvicinando il telefono ad appositi lettori, e a Samsung Pay, che può anche contare su un sistema che simula le “strisciate” delle
carte di credito con banda magnetica.
Android M avrà un nuovo sistema per gestire i permessi richiesti dalle applicazioni, fornirà una migliore esperienza del web con link che si apriranno “dentro” le app. Google Now, l’assistente personale, sarà potenziato e con la funzione “Tap Now” punta a diventare ancora più intuitivo.