Anfov, cambio al vertice: Stefano Ciccotti è il nuovo presidente - CorCom

LA NOMINA

Anfov, cambio al vertice: Stefano Ciccotti è il nuovo presidente

L’Ad di Rai Way succede alla guida dell’associazione per la convergenza dei servizi di comunicazione ad Achille De Tommaso, che ha ricoperto la carica per quattro mandati

07 Giu 2016

A.S.

Stefano Ciccotti è il nuovo presidente di Anfov, l’associazione per la Convergenza nei servizi di comunicazione. A eleggerlo all’unanimità, con otto voti su otto, è stato il consiglio dell’associazione. Ciccotti, amministratore delegato di Rai Way, era vicepresidente nel consiglio direttivo uscente, e succede ad Achille De Tommaso, che ha ricoperto la carica per quattro mandati.
Il Presidente Ciccotti – si legge in una nota d Anfov, aveva presentato, all’atto della sua candidatura, “un programma di complessivo rilancio dell’Associazione articolato su più qualificanti punti sul fronte di nuovi servizi agli Associati e nuovi rapporti con categorie imprenditoriali e istituzionali che gravitano nel settore della ‘convergenza’”.
Achille De Tommaso, immediatamente prima che iniziasse lo scrutinio dei voti già espressi, ha dichiarato di voler moralmente sostenere la nomina di Ciccotti, “quale felice soluzione ed elemento di svolta positiva ch’essa era in grado di determinare per il futuro dell’Associazione”.
L’Assemblea ha confermato Stefano Rigon nella carica di unico Revisore dei Conti per il prossimo triennio.
Il Consiglio ha confermato Rosario Imperiali, Paolo Nuti e Vincenzo Zeno-Zencovich nella carica di membri effettivi del Comitato per l’autodisciplina telematica e Costantino Ciampi, Riccardo de Sanctis e Franco Morganti in quella di membri supplenti. Il Consiglio neo-eletto ha confermato Umberto de Julio nella carica di vicepresidente.
Il nuovo consiglio direttivo di Anfov resterà in carica per tre anni ed è composto, oltre che dal presidente Stefano Ciccotti (che ricopre anche la carica di Consigliere) e dal vicepresidente Umberto de Julio, da Ermanno Berruto (Wind), Claudio Chiarenza (NoesiaConsulting), Edoardo Cottino (Sirti), Paolo Cristoforoni (Fastweb), Paolo Mozzi (Vodafone), Paolo Nuti (MC-Link), Guido Ponte (Tim). La carica di Direttore Generale è rimasta affidata a Nino Catania. La sua scadenza cade per statuto quattro mesi dopo quella del Consiglio.