RIORGANIZZAZIONI

Angry Birds, lento declino: tagliati altri 260 posti di lavoro

Rovio, la startup finlandese, famosa per il gioco degli “uccelli arrabbiati” annuncia nuovi licenzimenti dopo i tagli a 110 posizioni lo scorso anno. Il ridimensionamento è dovuto alla caduta dei ricavi sulle licenze. Rimane in piedi il progetto del film in uscita a maggio 2016

27 Ago 2015

DE.A.

Rovio, la start-up finlandese produttrice del gioco Angry Birds, ha annunciato che taglierà altri 260 posti di lavoro. La società, che impiega 670 persone, ne aveva già tagliato 110 alla fine dello scorso anno.

Nonostante l’apparente successo di Angry Birds 2 (quasi 50 milioni di download in appena un mese dal suo rilascio, secondo le dichiarazioni di Rovio), il gigante del gioco ha affermato di voler “ristrutturare e concentrare le sue attività in tre aree di business principali: giochi, media e prodotti di consumo”.

Rovio aggiunge che i 260 licenziamenti i valgono per l’intera organizzazione, “ad esclusione di quelli che lavorando alla produzione del film Angry Birds negli Stati Uniti e in Canada”. Il film, con un budget di circa 75 milioni di euro, è previsto in uscita maggio 2016.

“Questa è personalmente una decisione difficile. Tuttavia, è certo che una Rovio più snella e più agile è assolutamente necessaria per andare avanti e predisporre la società a nuovi successi in futuro. Lavoreremo per sostenere tutti i nostri dipendenti attraverso questo periodo di cambiamento “, ha fatto sapere il Ceo di Rovio, Pekka Rantala, in un comunicato.

Call4ideas CARDIF
Il Next Normal di Open-F@b?Call4Ideas. Proponi il tuo progetto innovativo!
Digital Transformation
Open Innovation

“La crescita e il desiderio di Rovio di esplorare nuove opportunità di business nel corso degli ultimi anni è stato eccezionale”, ha aggiunto Rantala. “Come risultato, abbiamo fatto troppe cose. Nella nostra condizione finanziaria attuale dobbiamo concentrarci su dove siamo al nostro meglio. Nella creazione di magnifiche esperienze di gioco, nella produzione di un film d’animazione sorprendente e deliziare i nostri tifosi con grandi prodotti “

Nel 2014, il fatturato di Rovio è sceso del 9%, e il suo utile operativo del 74% a seguito del calo di interesse dei consumatori.

Le vendite e gli utili sono stati influenzati principalmente da un doloroso declino anno su anno dei ricavi delle licenze. Tutto sommato, il risultato operativo nel 2014 è sceso a soli 10 milioni di euro, rispetto ai 36,5 milioni dell’esercizio precedente.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
angry birds
L
licenziamenti
R
rovio