Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Anitec, rinnovate le cariche sociali: eletti 5 vicepresidenti

Si tratta di Marco Hannapel (Samsung Electronics), Franco Micoli (Nokia-Alcatel Lucent), Stefano Pileri (Italtel), Nicola Ruggiero (Qualta) e Mariuccia Teroni (FacilityLive). Il presdiente Radaelli: “Anni di grande cambiamento per l’associazione”

21 Gen 2016

A.S.

Cinque nuovi vicepresidente per Anitec, l’associazione confindustriale dell’Ict e dell’elettronica di consumo. L’assemblea, che si è riunita a Milano, ha eletto Marco Hannapel di Samsung Electronics per il mercato consumer, Franco Micoli di Nokia-Alcatel Lucent per infrastrutture e smart communities, Stefano Pileri di Italtel per Internet of things e industry 4.0, Nicola Ruggiero di Qualta per innovazione e internazionalizzazione e Mariuccia Teroni di FacilityLive per la digital society.

Il nuovo Consiglio Generale, si legge in una nota di Anitec, sarà così composto: Matteo Attrovio (Finmeccanica); Francesco Benvenuto (Cisco Systems Italy); Laura Bononcini (Facebook); Carlo Carollo (Microsoft); Luca Cassani (Epson Italia); Graziano Chiesa (Sirti); Nello Genovese (Fracarro Radioindustrie); Giuseppe Giannico (Jabil Circuit Caserta); Giancarlo Grasso (Sekur Sistemi); Claudio Lamperti (Panasonic Italia); Salvatore Paparelli (Sony Europe); Paola Rigoldi (Hewlett Packard Italiana); Mauro Sozzi (Nokia); Carlo Tagliaferri (Selta); Luciano Valentini (Motorola Solutions) e dai Vice Presidenti Hannapel, Micoli, Pileri, Ruggiero e Teroni.

“Il nostro è un vero team di lavoro – afferma Cristiano Radaelli (nella foto), Presidente Anitec – In questi anni siamo riusciti a portare un grande cambiamento all’interno dell’Associazione, rappresentando così anche nuove aree del mondo digitale grazie al contributo ed all’adesione di molte nuove imprese italiane e multinazionali. Lavoriamo con passione per la crescita del Paese e per fornire il nostro contributo al progresso sociale ed economico: solo per fare alcuni esempi, la collaborazione col Governo e le proposte presentate su tutti gli aspetti dello sviluppo della società digitale, il coinvolgimento a livello europeo sulle tematiche riguardanti il mercato unico digitale e la sua effettiva realizzazione, lo sviluppo della cultura dell’innovazione a partire dalle PMI, l’impegno sul programma europeo eSkills for Jobs per la promozione delle competenze digitali”.

“Ringrazio i Vice Presidenti e il Consiglio Generale uscenti per l’attività e l’impegno di questi anni – conclude Radaelli – e sono certo che i Vice Presidenti e il Consiglio eletti oggi, la nuova organizzazione per aree tematiche (come previsto dalla nuova struttura associativa votata all’unanimità dai Soci) ed i programmi di lavoro per il 2016 permetteranno all’Associazione di essere sempre più propositiva verso il Governo e in generale le Istituzioni italiane e europee, per lo sviluppo economico e sociale del Paese”.

I commenti sono chiusi.

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link