Antitrust, chiude la campagna #convienesaperlo: 16mila segnalazioni in un anno - CorCom

CONCORRENZA

Antitrust, chiude la campagna #convienesaperlo: 16mila segnalazioni in un anno

Successo dell’iniziativa per i diritti dei consumatori e dei giovani: sui social e attraverso il sito istituzionale informazioni e un video tutorial per spiegare in modo chiaro e semplice come rivolgersi online all’authority guidata da Roberto Rustichelli

05 Nov 2021

A. S.

Due milioni e quattrocentomila persone raggiunte attraverso la pagina Facebook dell’Antitrust, a cui vanno aggiunti i 18.600 utenti dell’account Instagram dedicato, @convienesaperlo. Complessivamente il sito www.convienesaperlo.it e i profili social nell’anno della campagna hanno ottenuto quasi 21 milioni e 500mila visualizzazioni e 736.452 click. Quanto alle segnalazioni arrivate all’authority, sono passate dalle 12.798 medie ogni anno per il quinquennio 2016-2020 alle 16.445 registrate tra il 24 novembre 2020 e il 17 ottobre 2021. Sono i numeri della campagna di comunicazione #convienesaperlo, organizzata dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato in collaborazione con il Mise e dedicata alla tutela dei consumatori. I dati sono stati presentati durante l’evento conclusivo della campagna, all’Auditorium-Parco della Musica di Roma, a cui ha partecipato con un saluto il commissario europeo alla Giustizia, Didier Reynders. Ad aprire i lavori il Presidente dell’Antitrust, Roberto Rustichelli, e la tavola rotonda su “Diritti dei consumatori e giovani”. Poi la premiazione delle classi vincitrici del concorso nazionale indetto nell’ambito di #convienesaperlo e la presentazione della terza edizione del “Premio Antitrust”, affidata al consigliere Michele Ainis: quest’anno il riconoscimento sarà riservato a quattro categorie: associazioni di consumatori, associazioni di imprese, giornalisti e studenti universitari.

#Convienesaperlo è una campagna finanziata dal ministero per lo Sviluppo economico e inaugurata a novembre 2020 con tre obiettivi principali: informare i cittadini dei principali diritti del consumatore tutelati dalla normativa europea e italiana, mettere in risalto il ruolo dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e del Mise a difesa di questi diritti, e stimolare i consumatori a segnalare all’Antitrust le presunte pratiche scorrette.

In questa cornice si inseriscono la campagna di comunicazione nazionale su tv, radio, web e carta stampata, la campagna sui canali social dell’Agcm e sul microsito dedicato con materiali specifici e un video tutorial per spiegare in modo chiaro e semplice come effettuare una segnalazione online all’Antitrust.

Una parte della campagna, come dicevamo, è stata dedicata all’attività per le scuole, con due concorsi nazionali: “Diritti in gara”, un quiz rivolto agli studenti delle medie, e “diventa influencer Agcm” per le superiori, che chiedeva la realizzazione di un video della durata massima di un minuto sui diritti dei consumatori o sul ruolo dell’Agcm nel difenderli, oltre che sull’importanza di segnalare i comportamenti scorretti. Ai vincitori sono stati assegnati premi in denaro per l’acquisto di materiali per la classe.

Quanto all’attività per le piccole e medie imprese, risale al 12 ottobre l’incontro di formazione online per fare il punto sulla normativa esistente in materia di diritti dei consumatori e sulle attività delle pmi per tutelarli, con un focus sugli acquisti su Internet, ed evitare di incorrere in sanzioni da parte dell’Antitrust.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5