Apple battezza la Silicon Valley cinese, sul piatto 45 mn di dollari - CorCom

Apple battezza la Silicon Valley cinese, sul piatto 45 mn di dollari

Il centro di ricerca sorgerà a Pechino, nel Zhongguancun Science Park: 500 impiegati
si occuperanno di sviluppare hardware, tra cui computer e apparecchi audiovisivi. Entro l’anno la fine dei lavori

01 Ott 2016

Il primo centro di ricerca che Apple aprirà in Cina sarà una struttura da 45 milioni di dollari a Pechino, nel Zhongguancun Science Park, un polo tecnologico soprannominato “la Silicon Valley cinese”. Lo ha riferito l’amministratore dell’area, che via social ha annunciato alcuni dettagli del progetto.

Il centro di ricerca avrà 500 impiegati che si occuperanno di sviluppare hardware, tra cui computer e apparecchi audiovisivi.La struttura dovrebbe essere ultimata entro l’anno, e andrà ad aggiungersi a quelle che diversi altri colossi dell’hi-tech hanno nell’area, da Google a Microsoft e a Intel.

WEBINAR
360On TV al centro della notizia. Nuovo Governo, la sfida: ricostruire l’economia italiana

Parlando del centro di ricerca, il mese scorso Apple aveva spiegato che servirà a sviluppare nuovi prodotti e servizi, ma anche a “rafforzare le partnership con partner locali e università”. La compagnia di Cupertino è alle prese con alcune difficoltà in Cina, tra cui le chiusure dei servizi iBook e iTunes, insieme a un calo delle vendite per via delle sempre più appetibili alternative low cost all’iPhone.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
apple
C
cina