L'OPERAZIONE

Argos Wityu entra in Sb Italia: Scott Jovane alla presidenza

Il private equity nel capitale della digital innovation company. L’ex numero uno di Microsoft al fianco del fondatore Missaglia, confermato nel ruolo di Ceo. Nel cda Paolo Scaroni. Via a un ambizioso piano di sviluppo: si punta sulla crescita organica e a una serie di acquisizioni mirate

05 Ott 2022

Domenico Aliperto

Argos Wityu entra nel capitale di Sb Italia, digital innovation company specializzata in soluzioni e servizi It per la gestione, l’integrazione e la digitalizzazione dei processi aziendali. Il gruppo paneuropeo di private equity indipendente attivo da oltre 30 anni, con focus principale nel mid-market europeo e con un approccio agli investimenti intersettoriale e transfrontaliero, è ora socio di maggioranza della società, dove – nel segno della continuità strategica e di business – il fondatore Massimo Missaglia e il suo team hanno reinvestito. Missaglia, inoltre, mantiene la guida dell’azienda con la carica di amministratore delegato.

Il nuovo board e il piano strategico

Per accelerare il progetto di espansione entreranno nel consiglio di amministrazione, tra gli altri, Pietro Scott Jovane, già Ceo di Microsoft Italia e di Rcs MediaGroup, in veste di Presidente, e Paolo Scaroni, già Ceo di Enel ed Eni e attualmente Presidente dell’Ac Milan.

WHITEPAPER
Valorizza i dati del tuo cloud e scopri i benefici per la tua azienda!
Big Data
Cloud

L’ingresso di Argos Wityu rappresenta un forte impulso per il progetto sviluppato da Massimo Missaglia e aggiunge spinta e risorse utili per realizzare appieno il grande potenziale dell’azienda. I pilastri del piano strategico di crescita dei prossimi cinque anni – si legge in una nota – sono l’espansione geografica in Italia e all’estero, il forte sviluppo delle soluzioni proprietarie, il focus dell’offering per Industry e per verticali.

A questi pilastri si aggiungono iniziative specifiche a supporto dei piani di digitalizzazione del Paese sostenuti dal Pnrr, oltre a una quota di crescita inorganica.

L’identikit di Sb Italia

Sb Italia, fondata nel 2004, ha da sempre registrato forti tassi di crescita e ad oggi proietta un fatturato complessivo previsionale per il 2022 di oltre 38 milioni di euro e in crescita del 30% nel primo semestre rispetto al 2021. La società è già da qualche anno presente nella classifica Idc dei primi 100 operatori software e servizi in Italia.

L’offerta comprende attualmente soluzioni all’avanguardia – come la piattaforma di firma digitale AgileSign, la piattaforma di Document, Process & Workflow Management DocsWeb, i nuovi progetti Srm (Sustainability Relationship Management) e CollaborAction Crm, rispettivamente volti a innovare le green practices aziendali e la gestione dei processi di vendita, le soluzioni di Analytics e Analisi Predittiva, oltre ai progetti legati al mondo Erp e ai servizi di system management alla base del funzionamento efficiente e sicuro di tutto il sistema informatico.

“Siamo molto contenti di annunciare il nostro ingresso in SB Italia, in partnership con l’attuale management team. Riteniamo che il settore It sia tra i più importanti su cui puntare in questo momento, con prospettive di grande rilievo, come tra l’altro identificato dal Pnrr”, dichiara Andrea Pavesi, Partner di Argos Wityu. “Abbiamo messo a punto un progetto di crescita chiaro e ambizioso, in totale allineamento con Massimo Missaglia e il suo team e pensiamo di poter esser un socio a valore aggiunto per questo progetto. Inoltre, secondo il nostro modo di operare, sentiamo la responsabilità di apportare non solo risorse finanziarie ma anche e specialmente accesso a competenze, visione e leadership: per questo siamo felici di aver portato la grande esperienza di Pietro Scott Jovane, in qualità di nuovo Presidente, e di Paolo Scaroni, nuovo membro del CdA”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2