Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA NOMINA

Asstel, svolta al femminile: Dina Ravera è il nuovo presidente

Cesare Avenia lascia dopo 4 anni e due mandati alla guida dell’associazione. Al suo posto la Chief operating officer di H3G. L’avvicendamento dal primo luglio.

26 Giu 2015

Antonello Salerno

Sarà Dina Ravera, chief operating officer di H3G dal 2001, la nuova presidente di Asstel, l’associazione di categoria che, nel sistema di Confindustria, rappresenta le imprese della tecnologia dell’informazione esercenti servizi di telecomunicazione fissa e mobile, attive nell’assistenza e gestione della clientela, che forniscono apparati e servizi di gestione, manutenzione ed esercizio di impianti e reti di telecomunicazione, caratterizzate dallo sviluppo e implementazione di servizi per soluzioni tecnologiche applicate anche alle telecomunicazioni e di servizi per contenuti digitali e multimediali. Le imprese rappresentate da Asstel occupano circa 130.000 addetti. Ravera, la cui nomina dovrà essere ratificata questa sera dall’assemblea di Asstel, prenderà dal primo luglio il posto di Cesare Avenia, non più candidabile dopo 4 anni e due mandati alla guida dell’associazione.

Dopo la laurea in ingegneria elettronica presso il Politecnico di Torino, Dina Ravera ha conseguito un master presso l’Insead di Fontainebleau. La sua esperienza professionale comincia in McKinsey, dove lavora per circa dieci anni seguendo progetti in Italia, Francia, Germania, Svizzera, Regno Unito, Stati Uniti. Entra in 3 Italia nel 2001 come responsabile del program management. Oggi è direttore generale, responsabile delle attività operative inerenti rete, Ict, gestione della customer base, delle vendite, della logistica, dell’assistenza tecnica e dell’assistenza ai clienti.

Nella sua esperienza professionale Ravera si è sempre ispirata ad una delle più significative figure della managerialità italiana, non solo al femminile: Marisa Belisario. Una sensibilità che, c’è da scommetterci, porterà anche nel nuovo incarico.

Argomenti trattati

Approfondimenti

A
asstel
C
cesare avenia
D
dina ravera

Articolo 1 di 5