LA RILEVAZIONE

Audipress, crescono i quotidiani digitali: 2,5 mln di lettori

I dati riferiti al secondo trimestre 2015. Quarantasei milioni di italiani al mese fruiscono dei contenuti di giornali o periodici, cartacei e online. Tra gli affezionati della copia dematerializzata donne e giovani

25 Set 2015

A.S.

La lettura in digitale coinvolge in tutto in Italia quasi 2,5 milioni di persone al mese e prosegue nella sua crescita, soprattutto tra i lettori di quotidiani. E’ quanto emerge dai dati Audipress sul secondo trimestre 2015, appena approvati dal Cda presieduto da Maurizio Costa.

L’informazione attraverso la copia digitale, secondo l’ultima rilevazione, cresce nel segmento di popolazione femminile del 6,1% e tra gli individui over 55 anni del 1,6%. Secondo i dati Audipress continua ad essere più marcata l’esperienza digitale tra le fasce di età più giovani (7,8% dei lettori 18-34enni) e nelle classi socio economiche superiori (10,8% dei lettori di classe superiore e 8,9% dei lettori di classe media-superiore).

Quanto al dato generale, ogni mese circa 46 milioni di italiani scelgono di fruire di contenuti attraverso la stampa, che sia su carta o in digitale. Ogni giorno si raggiungono quasi 30 milioni di letture per i quotidiani, per 19.042.000 lettori; ogni settimana quasi 29 milioni di letture per i settimanali, con 16.760.000 lettori, e ogni mese più di 31 milioni di letture per i mensili, con 16.115.000 lettori.

WHITEPAPER
Vita da CEO: quali sono gli strumenti necessari ai manager per vincere le sfide professionali
CIO
Digital Transformation

I dati Audipress sono il risultato dell’indagine ufficiale per la lettura della stampa quotidiana e periodica in Italia, condotta su un campione rappresentativo della popolazione italiana di 14 anni e oltre. Per questa edizione, spiegano da Audipress, sono state eseguite 47.662 interviste personali, condotte con il sistema Capi Doppio Schermo, lungo un calendario di rilevazione di 38 settimane complessive, dal 15 settembre 2014 al 12 luglio 2015.