Automotive, Huawei lancia una set di soluzioni per i veicoli a guida autonoma - CorCom

INNOVAZIONE

Automotive, Huawei lancia una set di soluzioni per i veicoli a guida autonoma

Autonomous Driving Solution e Ar-Hud consentono di trasformare gli abitacoli in ambienti multimediali iper-connessi. La piattaforma si basa su algoritmi full-stack, tecnologie di data lake, sensori all’avanguardia e un potente centro di calcolo

08 Set 2021

Domenico Aliperto

Huawei ha presentato una nuova piattaforma per l’auto intelligente. L’annuncio è stato fatto nell’ambito di ‘Iaa Mobility 2021’, evento di scena in questi giorni a Monaco di Baviera dedicato per l’appunto alla mobilità del futuro.

Una soluzione avanzata per la guida autonoma

La soluzione Ads (Autonomous Driving Solution) aggiunge alle auto private la funzionalità di guida autonoma consentendo a chi si muove nelle città di abilitare facilmente tale modalità di navigazione in qualsiasi scenario e in qualsiasi condizione atmosferica e di traffico. La piattaforma consente la gestione autonoma del veicolo da un parcheggio all’altro, per esempio dal proprio garage al posto auto dell’ufficio e, si legge in una nota, si basa su algoritmi ‘full-stack’, tecnologie di data lake, un potente centro di calcolo e sensori all’avanguardia “con l’obiettivo di raggiungere una guida completamente autonoma attraverso investimenti di lungo termine che favoriscano lo sviluppo di veicoli intelligenti e connessi”.

WHITEPAPER
Connected Car 2021: in Italia un mercato da 1,18 miliardi che ha resistito alla pandemia
Automotive
Connected car

Le funzionalità dell’abitacolo intelligente di Huawei

L’abitacolo intelligente di Huawei, inoltre, è in grado di connettere persone, veicoli e abitazioni, consentendo agli utenti di utilizzare facilmente diversi dispositivi attraverso le app integrate all’interno della propria auto. Per esempio, utilizzando un’app per musica o video, i conducenti potranno subito trasformare l’abitacolo in un ufficio mobile, un cinema privato o un box Ktv con stereo, schermo e telecamere – il tutto all’interno della propria automobile.

Gli utenti potranno anche controllare a distanza gli elettrodomestici di casa direttamente dall’auto. Per esempio, quando in prossimità della propria abitazione, sarà possibile attivare la modalità ‘Home’ tramite l’assistente vocale e impostare l’impianto di aria condizionata a una temperatura ottimale prima di arrivare a destinazione.

Il sistema Ar-Hud di Huawei offre un angolo di visuale che può raggiungere i 13°x5°, coprendo così più corsie contemporaneamente. Pertanto, durante la guida, Ar-Hud trasforma un normale parabrezza in uno schermo Hd da 70 pollici per visualizzare tutte le informazioni di guida necessarie. In questo modo i conducenti possono tenersi informati, ad esempio apprendendo informazioni chiave sugli strumenti o sulla navigazione entro una distanza di 7,5 metri, il tutto senza mai distogliere lo sguardo dalla strada.

Infine, Ar-Hud offre anche un display full Hd con una risoluzione fino a 100 Pps (pixels-per-degree). Ciò consente agli utenti di godere di un’esperienza di intrattenimento, gioco e video, coinvolgente all’interno delle proprie auto.

La visione strategica di Huawei sull’automotive

“L’industria automobilistica si trova oggi a un punto critico nella sua trasformazione a favore di una mobilità connessa, autonoma, condivisa ed elettrica (Case, Connected – Autonomous – Shared – Electric). In questo processo si prevede che le tecnologie Ict svolgeranno un ruolo sempre più importante, motivo per cui sono così ben accolte dal settore”, ha affermato Tang Ming, Vice Presidente Intelligent Automotive Solutions Business Unit per l’Europa di Huawei. “Potendo contare su una comprovata esperienza e sulle nostre competenze sviluppate in oltre 30 anni nel campo Ict, Huawei ha lanciato soluzioni e componenti intelligenti per automobili, con l’obiettivo di supportare gli Oem europei nella costruzione di veicoli intelligenti a prova di futuro. Il risultato è un’esperienza di viaggio intelligente, piacevole e affidabile per tutti i consumatori”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3