Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

NOMINE

Baban nuovo presidente del comitato scientifico industriale di A&T

L’imprenditore veneto, già numero uno della Piccola e Media Impresa di Confindustria, presiederà il gruppo di lavoro della fiera Internazionale dedicata a Industria 4.0, Misure e Prove, Robotica e Tecnologie Innovative. Al via una collaborazione con gli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano

14 Giu 2019

D. A.

A&T (Automation & Testing), la fiera Internazionale dedicata a Industria 4.0, Misure e Prove, Robotica e Tecnologie Innovative, ha annunciato oggi il nuovo Comitato Scientifico Industriale. Alberto Baban, imprenditore veneto, già numero uno della piccola e media impresa di Confindustria è il nuovo Presidente, affiancato da 11 responsabili di tavoli tecnici rappresentanti del mondo industriale, della ricerca e sviluppo, dell’università. Obiettivo di questa nuova organizzazione tecnico-scientifica interna ad A&T sarà quello di analizzare, potenziare e valorizzare la cultura industriale, con un’attenzione particolare alle piccole e medie imprese italiane, supportando e favorendo la conoscenza e la condivisione di esperienze, di competenze e di vision in ottica 4.0.

La Fiera Internazionale A&T con i suoi oltre 400 espositori dislocati in più di 20 mila mq di superfice dell’Oval Lingotto di Torino, quasi 15 mila visitatori unici, più di 25 tra conferenze, convegni nazionali e sessioni specialistiche programmate nei tre giorni, oltre 50 workshop e incontri B2B organizzati dalle aziende presenti alla manifestazione, si pone tra i più importanti player fieristici del nostro Paese con la particolarità di non essere soltanto l’expo delle tecnologie industriali 4.0 dedicate al mondo produttivo e della ricerca, ma anche un laboratorio pensante dove si intrecciano esperienze imprenditoriali, comprese le start-up, con competenze e visioni innovative, centrali per la competitività mondiale del comparto manifatturiero italiano.

Proprio in funzione di questa grande e concreta opportunità espositiva e formativa offerta alle imprese italiane, A&T ha stretto una collaborazione con gli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano per presentare focus di ricerca e di analisi sullo sviluppo e le prospettive di crescita digitale delle tante, piccole e medie aziende, presenti sul territorio italiano. Una survey, i cui risultati saranno esposti in occasione di #A&T2020, che rappresenterà un importante indicatore di trend per l’intero sistema produttivo italiano, con una particolare attenzione al sistema delle Pmi.

“Riteniamo centrale rispetto alla nostra manifestazione”, ha dichiarato l’Amministratore delegato di A&T, Luciano Malgaroli, “il contributo di indirizzo e il lavoro tecnico compiuto dal nostro Comitato Scientifico Industriale, reso oggi ancor più autorevole e rilevante grazie all’esperienza e alla competenza dei suoi componenti, dal nuovo Presidente, Alberto Baban, a tutti i responsabili tecnici degli 11 tavoli di lavoro, ai componenti che da anni si adoperano per promuovere e valorizzare una cultura di impresa tecnologicamente sostenibile, compatta nell’innovazione, competitiva sui mercati globali, inclusiva sulle competenze e sulle sperimentazioni 4.0. Gli asset strategici determinanti per una sempre più efficace competitività mondiale da parte delle Pmi italiane sono numerosi, servono pertanto operazioni di incontro e di scambio esperienziale, supportati da analisi e linee di indirizzo sul medio e lungo periodo. Sono tutte risposte che la Fiera A&T cercherà di dare in modo concreto e puntuale nei confronti del proprio pubblico, espositori, visitatori e operatori industriali italiani e internazionali”.

“Ho accolto con grande piacere la richiesta di presiedere il Comitato Scientifico e Industriale della Fiera A&T”, ha commentato Alberto Baban, “perché ritengo che oggi sia determinante supportare attraverso un processo di studio, analisi e orientamento, investimenti e innovazione da parte delle imprese soprattutto quelle medio piccole, perché l’evoluzione tecnologica è imprevedibile e ci obbliga a correre e a investire, capire ed essere informati per evitare di rallentare o non cogliere sfide importanti. Il nuovo Csi di A&T cercherà di rappresentare un utile supporto informativo di indirizzo nei confronti della nuova industrializzazione della manifattura italiana”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Personaggi

A
Alberto Baban

Aziende

A
A&T

Approfondimenti

F
fiera
N
nomine
N
nuove tecnologie
P
presidente

Articolo 1 di 4