Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

“Back to the Mac”, così Apple rilancia sui pc

Jobs incontra la stampa per la presentazione dei nuovi prodotti. Riflettori accesi su computer e nuovo sistema operativo. Sul piatto l’aggiornamento del MacBook Air

20 Ott 2010

Non si fermano gli annunci in casa Apple. Dopo i conti trimestrali
da record presentati all'inizio della settimana, la compagnia
di Cupertino ha convocato la stampa per stasera nel suo quartier
generale, dove Steve Jobs presenterà le ultime novità in fatto di
computer.
L'evento in programma alle 19 ora italiana si chiama
''Back To The Mac'' e sposta l'accento da
iPhone e iPad ai computer
della Mela, di cui Apple nel terzo trimestre ha venduto 3,89
milioni di unità, generando entrate per 4,87 miliardi di dollari,
pari a circa un quarto dei ricavi complessivi. Un dato – questo, in
crescita del 27% rispetto al trimestre precedente, ma inferiore per
numero ai 4,19 milioni di iPad venduti.
E in mancanza di anticipazioni ufficiali su quello che verrà
annunciato, esperti e analisti si stanno lanciando in ipotesi sulle
novità che dovrebbero riguardare, oltre ai Pc,  anche
l'aggiornamento di alcuni software e un nuovo sistema
operativo.

Nell'invito ai giornalisti si scorge il muso di un leone, il
che lascia pensare a un nuovo sistema operativo per computer
battezzato, come i precedenti, con il nome di un felino. Dopo il
Tiger, il Leopard e lo Snow Leopard starebbe infatti per arrivare
la versione 10.7 del sistema operativo, chiamata Lion. Gli analisti
danno poi per certo un aggiornamento del MacBook Air, il più
sottile e costoso tra i portatili dell'azienda. Jobs dovrebbe
presentarne due modelli, da 11,6 e 13,3 pollici, con un nuovo
design, batteria piu' performante e memoria d'archiviazione
interamente Flash.

Alcuni esperti ritengono che Apple correggerà al ribasso il
prezzo, e non manca chi ipotizza l'adozione di uno schermo
sensibile al tocco come quello di iPhone e iPad. A ricevere una
rinfrescata potrebbero infine essere la suite iWork e il software
iLife, per creare e pubblicare contenuti digitali come foto, musica
e filmati.