Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

INNOVAZIONE

Banche, Intesa inaugura la nuova era dei pagamenti cross-border

L’istituto sarà uno dei 5 Gruppi ad aderire alle linee guida di Swift gpi. Più velocità, trasparenza e monitoraggio “end-to-end” per le transazioni internazionali

27 Set 2016

Andrea Frollà

Intesa Sanpaolo sarà una delle prime cinque banche al mondo ad aderire alle linee guida di Swift gpi per i pagamenti transfrontalieri. L’annuncio dell’istituto arriva dal Sibos, evento principale al mondo per i servizi finanziari, e costituisce una tappa importante lungo il processo di sviluppo dei pagamenti cross-border.

Intesa Sanpaolo offrirà ai propri clienti i pagamenti Swift Gpi a partire dai primi mesi del 2017, dopo aver participato assieme ad altre 20 realtà finanziarie che hanno partecipato al progetto pilota e aver aiutato Swift a progettare questa soluzione e le future evoluzioni previste nei prossimi anni.

L’obiettivo dell’iniziativa è migliorare in modo significativo l’esperienza del cliente nell’utilizzo dei servizi offerti da banche corrispondenti aumentando velocità, trasparenza e monitoraggio “end-to-end” dei pagamenti internazionali. In particolare, spiega la banca, questo “consentirà ai clienti di Intesa Sanpaolo di effettuare pagamenti internazionali veloci (anche nello stesso giorno, fuso orario permettendo), chiari e, soprattutto, tracciabili, permettendo loro di conoscere lo stato delle loro transazioni in qualsiasi momento”.

Al progetto di evoluzione dei pagamenti transfrontalieri partecipano più di 80 banche in tutto il mondo, che oggi rappresentano più del 71% dei messaggi di pagamento Swift cross-border.

“I pagamenti istantanei diventeranno la normalità del settore e, in particolare, a livello nazionale. Pertanto, la sfida per il mondo bancario è quello di costruire una nuova esperienza del cliente per i pagamenti transfrontalieri, a beneficio del grande pubblico e delle aziende clienti – commenta Stefano Favale, responsabile del Global Transaction Banking del Gruppo Intesa Sanpaolo -. Partecipando ai principali progetti internazionali dell’Eba e di Swift verrà dimostrato l’impegno di Intesa Sanpaolo nell’innovare e nella ricerca di soluzioni per soddisfare le nuove esigenze dei clienti”.

Uno dei ruoli di Intesa Sanpaolo, aggiunge Mauro Pernigo, Global Transaction Banking – International Cash Management di Intesa, “sarà quello di contribuire a diffondere la conoscenza e l’uso della Swift Gpi rendendo questo un evento di successo che trasformerà il mondo dei pagamenti”.

Articolo 1 di 3