Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

STRATEGIE

Banda larga, Diquattro: “Dazn a lavoro con il governo per potenziare reti”

La executive Vp Southern Europe della piattaforma: “Disponibili a condividere le nostre informazioni e il nostro know how. Vogliamo essere un acceleratore di crescita per l’infrastruttura nazionale”

29 Mag 2019

F. Me

Sono oltre 81 milioni le ore di contenuti visti da agosto ad oggi, pari a più di 9.200 anni di streaming. Il 91% di queste ore sia totalizzato dagli eventi trasmessi in diretta, modalità naturale di fruire lo sport. È il bilancio della prima stagione di Dazn in Italia reso noto in occasione dell’evento “Terzo Tempo” a Milano.

Gli eventi più visti sulla piattaforma, in termini di ore, coincidono con tre partite della Serie A Tim disputatisi da dicembre in poi. Al primo posto il big match della 34esima giornata di Serie A Tim (27 aprile 2019), Inter – Juventus, seguito da Juventus – Roma (17esima giornata, 22 dicembre 2018) e Milan – Napoli (21esima giornata, 26 gennaio 2019).

“Siamo soddisfatti di come è andata questa prima stagione che ci ha visto crescere notevolmente. In questi dieci mesi abbiamo iniziato a tracciare un percorso, chiaramente ancora lungo, verso il nostro obiettivo ultimo, quello di guidare una rivoluzione socioculturale: rendere lo sport disponibile e accessibile per tutti i tifosi – ha  affermato Veronica Diquattro, Executive Vice President Southern Europe di Dazn – Il fatto che la partita più vista in termini di ore, Inter – Juventus, si sia giocata praticamente al termine della stagione testimonia la fiducia che ci hanno dato i tifosi, riconoscendo i miglioramenti della piattaforma. Questo è un ulteriore stimolo a migliorarci sempre di più e continuare a investire in un mercato, come quello italiano, dalle notevoli potenzialità”.

“In termini di qualità, da agosto a oggi abbiamo lavorato senza sosta per migliorare il servizio, rilasciando almeno due aggiornamenti al mese per ognuno dei dispositivi compatibili con Dazn. Siamo riusciti a ridurre di oltre la metà il tempo medio di rebuffering e ad aumentare costantemente la percentuale di spettatori che potevano guardare gli eventi in HD – ha spiegato – A questo va aggiunto un dialogo costante con i nostri fornitori tecnologici e con gli internet provider, a vantaggio non solo di Dazn, ma di tutti i servizi che richiedono una connessione dati.  Siamo arrivati in Italia per rimanere e vogliamo portare un impatto duraturo all’infrastruttura digitale di questo paese ed è significativo che la banda larga in Italia possa diffondersi proprio grazie allo sport”.

La manager ha evidenziato come la società stia lavorando con il Governo per migliorare le infrastrutture sulla banda larga. ”Stiamo lavorando con il Governo, abbiamo diversi tavoli aperti per sensibilizzare sul tema e per valutare lo stato dell’arte con altri player come Netflix, Amazon, Chili e Sky. Siamo disposti a mettere a disposizione il nostro know-how e le nostre informazioni. Il Governo si è dimostrato aperto, c’è bisogno di potenziamento su tutta la penisola- ha puntualizzato – Abbiamo investito molto fin dal primo giorno – prosegue – riducendo del 66% il tempo medio di rebuffering e aumentando la percentuale di utenti che possono vedere eventi in hd in contemporanea. I miglioramenti sono concreti, abbiamo fatto due aggiornamenti al mese sull’applicazione. Vogliamo essere un acceleratore di crescita anche per l’infrastruttura nazionale. Il nostro obiettivo è a lungo termine, essere e rimanere in Italia attraverso nuovi investimenti e grande passione”.

Tornando ai dati, Dazn  si conferma inoltre una piattaforma multidevice, che accompagna il tifoso durante la stagione in qualsiasi situazione: nel corso dell’ultimo mese oltre il 63% delle ore sono state viste in streaming attraverso Smart TV, Set-Top Box o console. Il 22% proviene da dispositivi mobile (smartphone e tablet), mentre il 15% da browser web. Una fotografia molto diversa rispetto al debutto della piattaforma, lo scorso agosto, quando solo il 38% delle ore viste arrivava dalla TV, segno che gli appassionati, imparando a conoscere il servizio, scelgono strumenti tecnologici all’avanguardia per migliorare la propria esperienza di intrattenimento.

La piattaforma, nel corso della prima stagione, ha registrato una copertura capillare in tutte le regioni d’Italia. Nella top 10 delle province più attive, dietro le grandi metropoli (Milano, Roma, Napoli, Torino), spicca Brescia, spinta dai risultati sportivi della propria squadra in Serie Bkt, mentre il Sud è ben rappresentato anche da Palermo e Bari. Un dato che testimonia come lo sport possa essere più forte anche del digital divide che caratterizza il territorio.

In termini di eventi, sono stati oltre 2.600 quelli in diretta trasmessi dal lancio ad oggi, pari a oltre 260 al mese, una media di quasi 9 eventi live al giorno, frutto della grande offerta multisport a disposizione degli appassionati di Dazn.

Tra gli sport più visti in diretta, in termini di ore, domina chiaramente il calcio davanti a football americano, rugby e pallavolo. Considerando anche le visualizzazioni dei contenuti on demand, è possibile notare come questa funzionalità sia apprezzata dagli appassionati degli sport americani e di quelli da combattimento, che normalmente si svolgono in orari notturni, per la comodità di vedere il contenuto in qualsiasi orario, senza dover aspettare, come nella TV lineare tradizionale, il momento della replica.

La classifica dei campionati più visti vede anche qui una forte presenza del calcio, con Serie A Tim, Serie Bkt e Liga sul podio. Si inseriscono in questa graduatoria Nfl e Ufc, competizioni in grande crescita e molto apprezzate dai giovani.

Per la Serie Bkt l’incontro più seguito è stato quello tra le due squadre promosse al termine della stagione, Lecce – Brescia del 28 aprile (35esima giornata). A seguire due sfide tra team con alcune delle tifoserie più numerose e “calde” del campionato: Hellas Verona – Pescara (andata semifinali playoff, 22 maggio) e Palermo – Foggia (22esima giornata, 4 febbraio).

L’evento di calcio internazionale che ha generato più interesse è stato il ritorno del Superclásico, la finale di Copa Libertadores tra River Plate e Boca Juniors disputatasi a Madrid, una delle partite più mediatiche di tutta la stagione. Completano il podio due dei quattro Clásico tra Barcellona e Real Madrid trasmessi in esclusiva sulla piattaforma nel corso dell’anno.

Nel corso dei primi dieci mesi Dazn, all’interno della sua offerta multisport, ha inoltre proposto agli appassionati alcuni tra i più grandi eventi sportivi al mondo. Spiccano, tra gli altri, il Super Bowl LIII tra Rams e Patriots, i migliori combattimenti di boxe e Mma, l-adrenalina del rugby, tra cui il test match tra Irlanda e Italia (prima sfida di una nazionale azzurra su DAZN), e le grandi emozioni delle coppe europee maschili e femminili di pallavolo, culminate con le Super Finals di Champions League da Berlino.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Banda Larga
D
dazn

Articolo 1 di 4