Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

LA CURIOSITA’

Bitcoin, in arrivo primo bancomat italiano

Sarà installato il 26 giugno alla stazione Termini di Roma, in concomitanza con la quarta occasione del No cash day. Consentirà di comprare e vendere moneta virtuale

11 Giu 2014

D.Q.

Sarà il primo ”Bancomat Bitcoin” in Italia, e sarà installato il 26 giugno alla Stazione Termini di Roma da Robocoin Italia. Per utilizzare la macchina, di cui siversi esemplari sono già presenti nelle principali capitali europee, sarà necessario registrarsi con un documento d’identità e il proprio numero di cellulare, e una serie di altri passaggi per garantire il massimo della sicurezza, come ad esempio la scansione palmare, per poi inserire contanti per avere Bitcoin accreditati su un portafogli crittografico, oppure pagare in Bitcoin per prelevare contanti. Per garantire il massimo della sicurezza le operazioni si concluderanno con la scansione di uno o più codici QR tramite il proprio smartphone che consentiranno l’accesso al borsellino elettronico.

La scelta del 26 giugno per l’inaugurazione dello sportello vituale non è casuale: quel giorno si celebrerà infatti la quarta edizione del no cash day, che l’associazione Cashless organizza a Montecitorio: un’occasione di dibattito che potrebbe portare a mettere in cantiere una bozza di proposta legislativa per normare il settore della moneta virtuale.

Proprio al tema della moneta virtuale è stato dedicato oggi un appuntamento alla Camera dei deputati, una giornata in cui si sono approfonditi i rischi e i benefici di questi sistemi di pagamento, alla presenza, tra gli altri, di deputati ed esperti del settore, come Stefano Quintarelli, Paolo Coppola, Deborah Bergamini, Antonio Palmieri, Francesco Molinari, Francesco Sacco, Francesco Vatalaro.