Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

BizSpark, supporto tecnico e visibilità per le start up

04 Mag 2009

Microsoft ha oggi siglato un accordo con la community “Imprese e
start up” (www.startupbusiness.it) per incentivare, supportare e
promuovere il successo degli imprenditori e delle aziende start up.
BizSpark offre un accesso semplice e rapido ai più recenti
strumenti di sviluppo Microsoft in versione completa, oltre che a
licenze per l’utilizzo in ambienti di produzione dei prodotti
server, senza costi iniziali e con requisiti minimi. BizSpark
fornisce inoltre supporto tecnico e visibilità sul mercato. Il
programma è strutturato in modo tale da trarre vantaggio dalle
risorse e dall’assistenza di una rete globale di centinaia di
organizzazioni, come enti per lo sviluppo economico, incubatori
universitari, aziende di hosting e investitori, tra cui i Business
Innovation Centers (Bic-Italia), l’Italian Business Angel Network
(IBAN) e l’Associazione italiana degli Incubatori Universitari
(PNI Cube). Queste organizzazioni imprenditoriali offrono
indicazioni, tutoring e risorse per favorire il successo delle
start up.

Tali network costituiscono i principali attori che sul territorio
nazionale si occupano di innovazione e di supporto alle nuove
imprese e vedono tra gli associati centinaia di realtà che
quotidianamente supportano le nuove aziende in fase di
finanziamento, creazione e sviluppo.

Per le start up con i requisiti richiesti e non in contatto con
questi enti da oggi, grazie alla collaborazione avviata, sarà
possibile accedere al programma semplicemente registrandosi sulla
community all'indirizzo www.startupbusiness.it.

Imprese e start up, insieme per innovare (www.startupbusiness.it),
è la community che raccoglie i protagonisti dell'innovazione
italiana. Il progetto, sostenuto da Innovhub, azienda speciale
della Camera di Commercio di Milano per l'innovazione, nasce da
un'idea di Emil Abirascid con il contributo di Questar di David
Orban. La community che conta oltre 500 iscritti tra start up,
imprese, investitori, incubatori, parchi scientifici e tecnologici,
Università (l'iscrizione è soggetta ad approvazione) consente
ai vari attori dell'innovazione di incontrarsi, dialogare, fare
business, inoltre promuove e organizza eventi fisici come lo
'speed dating dell'innovazione' che si è svolto a
febbraio 2009. La community Imprese e start up, nell'ottica di
rendere disponibili alle start up strumenti e opportunità, ha
scelto di lavorare con Microsoft sul progetto BizSpark perché
pensato per offrire gratuitamente strumenti software alle start up
in fase iniziale di sviluppo.

“Gli imprenditori giocano un ruolo vitale nel promuovere
l’innovazione e creare nuovi posti di lavoro essenziali per una
crescita economica sostenibile”, ha dichiarato Anders Nilsson,
Direttore del Gruppo Developer and Platform di Microsoft Italia.
“Microsoft BizSpark è un entusiasmante programma che permette di
offrire alle aziende start up gli strumenti di sviluppo, la
consulenza e la visibilità di cui hanno bisogno. Siamo ansiosi di
collaborare con organizzazioni ed enti di sviluppo di tutto il
mondo per favorire l’imprenditoria e aiutare le nuove aziende a
raggiungere il successo.”

“ ‘Imprese e startup’ è in costante evoluzione e sono
numerose le start up che grazie al nostro business network hanno
colto opportunità sia nel partecipare a business plan competition
di livello europeo, sia nell'avviare dialoghi con partner
industriali e finanziari alcuni dei quali sono prossimi a
trasformarsi in accordi, questi sono i migliori esempi del valore
che “Imprese e start up” dimostra di generare ogni giorno"
– afferma Emil Abirascid, fondatore della community “Imprese e
start up”.

Assicurare il successo delle startup grazie all’accesso al
software, al supporto di mercato e alla visibilità a livello
globale
Nell’ambito di BizSpark, Microsoft fornisce alle start up un
abbonamento Microsoft Developer Network (MSDN) Professional di tre
anni. MSDN rende disponibile per il download un ampio set di
strumenti di sviluppo necessari per sviluppare, testare e gestire
applicazioni sulla piattaforma Microsoft, inclusi Visual Studio e
.NET Framework, oltre a servizi di supporto professionali e risorse
informative specialistiche. Per le start up che sviluppano software
in hosting, BizSpark include licenze per l’utilizzo in produzione
dei server di gestione e per l’hosting di applicazioni, tra cui
Windows Server, Microsoft SQL Server, Microsoft Office SharePoint
Portal Server, BizTalk Server e Systems Center, a cui presto si
aggiungerà Microsoft Dynamics CRM. Il programma fornirà anche una
rete mondiale di partner di hosting, che offriranno servizi di
hosting a prezzo scontato alle start up che desiderano rendere
disponibili online le proprie attività di business o i propri
prodotti utilizzando le licenze BizSpark. Infine, le start up
avranno l’opportunità di essere inserite e promosse in
BizSparkDB, una directory online in cui Microsoft renderà visibili
ogni giorno le giovani aziende più promettenti di tutto il
mondo.

Oltre all’offerta BizSpark di base, Microsoft assicurerà che i
membri del programma BizSpark ricevano notifiche delle proposte di
particolare interesse per le start up, come ad esempio:
Tecnologie di cloud computing Microsoft, con:
Accesso alla Community Technology Preview (CTP) di Azure Services
Platform, una nuova piattaforma di elaborazione che aiuterà gli
sviluppatori a realizzare le applicazioni di nuova generazione, che
vanno dal cloud computing ai datacenter enterprise, assicurando
straordinarie nuove esperienze per i PC, il Web e i telefonini.
Azure Services Platform è stato annunciato il mese scorso durante
la Microsoft Professional Developers Conference 2008 (PDC2008).
Ulteriori informazioni su Azure Services Platform e le offerte
“software plus services” di Microsoft sono disponibili
all’indirizzo http://www.azure.com.
Accesso alla Community Technical Preview (CTP) di Live Framework,
un framework semplice, aperto e interoperabile che gli sviluppatori
possono utilizzare per accedere e utilizzare Live Services. Live
Services è un set di componenti di Azure Services Platform per la
gestione di dati degli utenti e risorse applicative, che include le
tecnologie Live Mesh per la sincronizzazione dei dati degli utenti
e l’estensione delle applicazioni Web a più dispositivi.
Ulteriori informazioni sono disponibili all’indirizzo
http://dev.live.com/
Microsoft Web Platform Installer e Microsoft Web Application
Installer, che rendono più semplice e veloce per gli sviluppatori
introdurre sul mercato avanzate applicazioni Web PHP e .NET, con
un’esperienza ottimizzata di download, installazione e
configurazione, una completa integrazione a livello di
progettazione e sviluppo, oltre ad applicazioni Open Source
pacchettizzate totalmente compatibili con la piattaforma Web
Microsoft. Per ulteriori
informazioni:http://www.microsoft.com/web/channel/downloads/default.aspx.

“Grazie alla nostra collaborazione con migliaia di start up nel
corso degli anni, sappiamo che prendere decisioni strategiche sulle
tecnologie fin dalle fasi iniziali è una sfida chiave, in grado di
preparare imprenditori e aziende per l’espansione futura e di
assicurare la capacità di soddisfare le esigenze del mercato”,
ha affermato Dan’l Lewin, Corporate Vice President of Strategic
and Emerging Business Development di Microsoft. “BizSpark
semplifica questa scelta fornendo alle start up una piattaforma
leader di settore senza costi immediati e tutto il supporto
necessario per raggiungere il successo.”

Disponibilità di BizSpark
BizSpark è disponibile a livello mondiale per le start up private
che sviluppano prodotti o servizi software, sono in attività da
meno di tre anni e dispongono di un fatturato inferiore a 1 milione
di dollari. BizSpark offre alle start up software, supporto e
visibilità fin dalle prime fasi del loro ciclo di vita, quando
queste risorse sono più necessarie e meno accessibili. Come
dimostrazione dell’impegno di Microsoft per il successo delle
start up, la quota di 100 dollari per la partecipazione al
programma può essere versata all’uscita dal programma anziché
al momento dell’adesione.