Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Blank Disrupt, l’innovazione “disruptive” alla ribalta in Sicilia

A Catania dal 28 al 29 marzo un evento dedicato alla sfide tecnologie del futuro: gamification, microelettronica, nanotecnologie, startup ma anche rivoluzione nell’organizzazione aziendale e nelle professioni

05 Mar 2014

L.M.

L‘innovazione che cambia il mondo si racconta in Sicilia. Il primo Blank Disrupt italiano (www.blankdisrupt.com) si svolgerà a Catania il 28 e 29 marzo. Due giorni dedicati a diffondere la cultura, le metodologie e la pratica realizzazione di quella che viene denominata innovazione disruptive, che in diversi contesti ma con modalità simili sta cambiando “le regole del gioco”.

L’innovazione non riguarda solo ambiti tecnologici: le sfide poste oggi all’uomo nel campo professionale, nell’organizzazione del lavoro e dell’impresa, possono essere risolte solo attraverso un cambiamento radicale capace di offrire soluzioni fuori dagli schemi consolidati e di creare nuovi paradigmi.

Per imparare modi nuovi di affrontare queste sfide Blank Disrupt prevederà una giornata di conferenze e una giornata di workshop che vedranno l’intervento di speaker internazionali che porteranno la loro esperienza e visione.

Il 28 marzo sarà la giornata dedicata ai workshop, che si terranno presso l’Hotel Una di Catania. I partecipanti avranno modo di sperimentare varie tecniche innovative, come la cocreazione con metodologia Lego Serious Play che con il massimo coinvolgimento dei player coinvolti consente di trovare soluzioni a problemi complessi, e per le startup i sistemi di test al proprio prodotto o modello di business che ne accelerano la verifica e lo sviluppo.

Il 29 marzo si susseguiranno i talk presso il Monastero Benedettino di San Nicolò, location prestigiosa e di grande suggestione che oggi ospita il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università di Catania.

Il keynote che aprirà la giornata offrirà una panoramica dell’ecosistema mediterraneo dell’innovazione, poi si parlerà di Bitcoin, la nuova moneta virtuale sempre più integrata nelle piattaforme digitali che fa tremare i sistemi monetari, delle ultime frontiere del design e delle organizzazioni liquide capaci di adattarsi più facilmente al cambiamento.

Spazio anche alla gamification, ovvero l’utilizzo di giochi per attrarre nuovi clienti con l’intervento della startup di successo siciliana Beintoo, e alla microelettronica pionieristica e nanotecnologie applicate che rendono possibili servizi ad alto valore aggiunto come il trattamento dei pazienti da remoto e la diagnostica dello stato strutturale dei beni architettonici.

Di seguito tutti gli speaker:

Paul Tolchinsky European Organization Design Forum

– Ralph Weickel – European Center for Positive Change

Antonio Tomarchio – Beintoo

– Stelio Verzera – Cocoon Projects

– Lucio Margiulis – Juego Serio

– Jacopo Romei – Ideato e Cocoon Projects

– Emil Abirascid – StartupBusiness

– Guido Baroncini Turricchia – Bitcoin Foundation Italia

– Nunzio Abbate – STMicroeletronics

– Corrado Spinella – CNR IMM Catania

– Salvatore Di Dio – Push

– Vincenzo Di Maria – SikLab

– Oana Juncu – cOemerge

– Vasco Duarte – Product Manager and Agile Coach

– Salvo Mica – E-Ludo Interactive.

In Sicilia, territorio testimone di grandi vicende umane, Blank Disrupt vuole parlare a imprenditori, ricercatori, studenti, funzionari delle pubbliche amministrazioni, dirigenti d’azienda, a tutti gli innovatori che vogliono vivere il cambiamento con maggiore consapevolezza, riuscendo a coglierne le opportunità. Un incontro perfetto tra cultura, identità e innovazione.

Blank Disrupt è organizzato dall’associazione Blank, in collaborazione con Cocoon Projects (azienda siciliana creatrice del modello di gestione “liquid organisation” di rilievo mondiale) e StartupBusiness (prima piattaforma web italiana dedicata a startup e spin-off, investitori, centri di ricerca, università, acceleratori d’impresa, incubatori, parchi scientifici e tecnologici, e altri attori che supportano l’ecosistema della imprese innovative).

Blank Mediterranean Innovation Factory è un’associazione no profit nata nel 2013 che ha come obiettivo il fornire un supporto operativo all’ecosistema dell’innovazione nel Mediterraneo. Tra i partner aziende e professionisti che operano in contesti innovativi.