Blockchain, banche pronte allo sprint nel prossimo triennio - CorCom

REPORT IBM

Blockchain, banche pronte allo sprint nel prossimo triennio

Report Ibm: il 65% degli istituti prevede l’implementazione di nuove soluzioni nei prossimi 3 anni. Quattro gli ambiti su cui saranno concentrati gli sforzi: clearing e settlement, wholesale payment, collocamento di titoli azionari e trading e dati relativi a questi 3 ambiti

28 Set 2016

Andrea Frollà

Il 15% delle banche e il 14% delle istituzioni finanziarie intendono attuare su larga scala soluzioni blockchain entro il prossimo anno. È quanto emerge da due studi presentati da Ibm in occasione del Sibos 2016, che si sta svolgendo a Ginevra. Le soluzioni blockchain sono in fase di rapida adozione nei mercati bancari e finanziari, molto più velocemente di quanto inizialmente previsto, e i rapporti di Ibm prevedono un’adozione di massa non poi così lontana, considerato che circa il 65% delle banche si attende di avere soluzioni blockchain in produzione nel prossimi tre anni.

WHITEPAPER
Come è cambiato in Italia il quadro normativo dei pagamenti digitali verso la PA?

Lo studio sul mercato bancario rivela che oltre il 70% degli innovatori intervistati – o early adopters – stanno dando priorità all’adozione della blockchain al fine di abbattere le barriere che attualmente non consentono la creazione di nuovi modelli di business e il raggiungimento di nuovi settori di mercati. Queste banche innovatrici sono posizionate meglio rispetto ai propri concorrenti, tra cui ci sono anche aziende non considerabili “banche tradizionali”. Tra le istituzioni finanziarie, 7 su 10 stanno concentrando i loro sforzi in ambito blockchain in quattro aree principali: clearing e settlement, wholesale payments, collocamento di titoli azionari e trading e i dati relativi.