Blockchain per la PA, ecco i vincitori del primo hackathon - CorCom

IL PREMIO

Blockchain per la PA, ecco i vincitori del primo hackathon

A Thomas Bertani di Oraclize e Adriano Bonforti di Patamu il primo e secondo premio del contest organizzato da EY e Microsoft

03 Apr 2017

F.Me

Thomas Bertani di Oraclize e Adriano Bonforti di Patamu sul podio del primo Hackathon italiano sull’utilizzo della tecnologia Blockchain applicato alla Pubblica Amministrazione che si è svolto in questi giorni a Roma presso Luiss Enlabs, organizzato da EY e Microsoft.

L’obiettivo di questo Hackathon è stato trovare soluzioni innovative per la gestione delle fasi di pubblicazione bandi di gara, gestione offerte degli operatori economici e stipula contratti con riferimento al processo di procurement attraverso l’utilizzo di una tecnologia abilitante (Blockchain).

“Le nuove tecnologie abilitanti, quali IOT, Machine Learning, Robotic, Cloud Computing e Blockchain, possono supportare il re-engineerng dei processi erogati dalla Pubblica Amministrazione – afferma in apertura dei lavori Andrea D’acunto, EY – Government & Public Sector Advisory Services Leader – L’utilizzo delle nuove tecnologie può consentire di accelerare lo sviluppo dei servizi pubblici e digitali, facilitare la fruizione e l’interazione, personalizzare le offerte rivolte al cittadino. Dall’esigenza di coniugare fattori chiavi di innovazione quali: co-creazione e procurement nasce l’idea di questo Hackathon per sperimentare la tecnologia Blockchain”.

“In generale, aggiunge Andrea Paliani, Mediterranean Advisory Services Leader di EY “ci aspettiamo che l’open innovation possa rappresentare un approccio rapido, a basso costo e particolarmente efficace per trasferire innovazione tecnologica, di processo e strategica alle nostre imprese e alla pubblica amministrazione. L’esempio di questo Hackathon ha dimostrato che la collaborazione tra professionisti della consulenza, start up, provider tecnologici, università, incubatori, e le due società pubbliche, genera soluzioni efficaci e rapidamente replicabili in altre amministrazioni assicurando che le risorse delle stesse aziende contribuiscano con tutte le loro competenze e ne beneficino in termini di crescita professionale”.

All’Hackathon, insieme a Sogei ed Agid, hanno partecipato 150 persone e si sono sfidati 8 team con l’obiettivo di realizzare prototipi concreti e soluzioni integrabili all’interno dell’ecosistema PA.

Le due migliori soluzioni sono state valutate da una giuria composta dai rappresentanti di Mef, Agid, Corte dei Conti, Consip e Sogei ed affiancata da una Giuria tecnica a cui hanno partecipato altri stakeholder PA e delle aziende partecipate, rappresentanti del mondo accademico, esperti Microsoft e consulenti strategici e di settore di EY.

Il team di Thomas Bertani di Oraclize (#Chip) con la soluzione “Ceralacca digitale” si è aggiudicato il primo premio, del valore di 50mila euro, per aver ideato un’applicazione sperimentale, che garantisce la segretezza delle offerte e ne impedisce matematicamente l’apertura prima del termine previsto.

La soluzione assicura, inoltre, la certificazione dell’identità degli operatori economici, la trasparenza nella fasi di ricezione delle offerte da parte delle Amministrazioni Pubbliche e l’immodificabilità dei contenuti dichiarati, in risposta ad un bando di gara.

Il team di Adriano Bonforti di Patamu (#Firewall) con la soluzione “PA-Tamu” si è aggiudicato il secondo premio del valore di 20mila euro, per aver semplificato la validazione dei processi legati ai bandi di gara a cui si aggiunge una proposta di registro unico dei certificati di qualificazione per le imprese.

WHITEPAPER
Inquinamento acustico: linee guida per la PA
PA

Entrambi i gruppi avranno l’opportunità di presentare le loro soluzioni al Forum PA e-procurement che si terrà a maggio al quale parteciperanno i delegati dei Paesi UE.

EY ha rilanciato il suo impegno per la promozione di tutte le start up partecipanti all’iniziativa (Robocoin, Merkur.io, Spidchain, Trovabando, Exrade, Elysium) assicurando che tutte le soluzioni proposte durante la maratona, verranno analizzate e sviluppate come servizi da offrire a supporto delle Amministrazioni della PA.

Ecco il dettaglio dei Premi:

Il I° premio, del valore di 50mila euro consiste in un percorso di affiancamento alla startup vincitrice volto a:

  1. Sviluppo prototipo e scalabilità soluzione con il cliente
  2. Possibilità di realizzare un pitch all’interno dell’evento Forum PA e-procurement
  3. Sottoscrizione gratuita per un anno alla piattaforma dell’Enterprise Provider
  4. Azuere Skill Program Certification e partecipazione programma GrowitUP
  5. Attività di advisory in affiancamento a EY sui clienti PA

Il valore del II° premio, del valore di 20mila euro consiste in percorso di affiancamento volto a:

  1. Possibilità di realizzare un pitch all’interno dell’evento Forum PA e-procurement
  2. Sottoscrizione gratuita per un anno alla piattaforma dell’Enterprise Provider
  3. Azuere Skill Program Certification e partecipazione programma GrowitUP
  4. Attività di advisory in affiancamento a EY sui clienti PA