Boom di smartwatch durante il lokckdown: Apple non cede lo scettro - CorCom

WEARABLE

Boom di smartwatch durante il lokckdown: Apple non cede lo scettro

I dati di Counterpoint Research: la casa di Cupertino si conferma leader di mercato con più del 50% del totale dei device venduti nel primo semestre dell’anno e un +22% rispetto allo stesso periodo del 2019. Seguono Garmin e Huawei

21 Ago 2020

Veronica Balocco

Quasi 42 milioni di pezzi venduti negli ultimi mesi nonostante la pandemia da Covid-19, per una crescita del mercato globale del 20% in tutto il mondo (9% solo in Europa) nella prima metà del 2020. Gli smartwatch si consacrano come prodotto fra i più gettonati del momento: lo confermano i risultati commerciali dei principali produttori, con Apple a fare la parte del leone.

Ad affermarlo è un’analisi di Counterpoint Research, secondo cui il risultato della casa di Cupertino surclassa quelli di altri marchi come Garmin e Huawei: solo nei primi sei mesi del 2020, Apple ha infatti venduto più della metà degli smartwatch commercializzati in tutto il mondo, facendo registrare una crescita annua del 22%, quando Apple copriva il 43,2% del settore, trainata in particolare dal mercato nordamericano ed europeo.

WHITEPAPER
Costruire agilità in modo rapido per la tua azienda: 5 passi essenziali
Digital Transformation
Storage

L’indagine pone Apple in testa alla classifica dei produttori di orologi smart in tutto il mondo con i suoi dispositivi Apple Watch, che rappresentano il 51,4% delle vendite globali di orologi intelligenti. In particolare Apple Watch Series 5, l’ultimo orologio lanciato da Apple, è stato il modello più venduto nella prima metà del 2020, precedendo sul podio l’Apple Watch 3 e l’Huawei Watch GT2.  Seguono in classifica Garmin e Huawei, rispettivamente con il 9,4% e l’8,3% del mercato.

Il cinese Huawei è cresciuto del 57% rispetto all’anno precedente nonostante il veto degli Stati Uniti, mentre Garmin ha fatto segnare un incremento del 31%. Dietro di loro ci sono altri marchi come Samsung, che passa dalla seconda posizione nel 2019 alla quarta – dal 9,3% al 7,2% – mentre, dopo Huawei, i cinesi Xiaomi e Amazfit sono quelli che crescono di più ogni anno, rispettivamente con il 47% e il 51%.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4