L'INIZIATIVA

Borghi connessi, WindTre si allea con HQVillage: focus sullo smart working

Connettività, competenze digitali e piattaforme al centro della collaborazione che mira ad accelerare la digitalizzazione dei piccoli Comuni

11 Nov 2022

Lorenzo Forlani

digital-divide-gap-170427132241
Promuovere Comuni e Borghi come destinazioni di vita e lavoro, soprattutto per i nomadi digitali e i remote workers: è questo l’obiettivo della nuova partnership che Windtre ha sviluppato con la startup HQVillage, e che andrà ad arricchire il suo progetto di sostenibilità “Borghi connessi”, concepito per sviluppare maggiore cultura e consapevolezza digitale nei piccoli Comuni.

La pandemia ha fatto sorgere nuove esigenze

La collaborazione tra queste due realtà scaturisce dalle nuove esigenze sorte durante la pandemia. La diffusione dello smart working, infatti, ha cambiato il modo di lavorare e ha offerto ai piccoli Comuni l’opportunità di ripopolarsi. In questo contesto nasce la sinergia tra il progetto ‘Borghi Connessi’ di Windtre e HQVillage, complementari per finalità, strumenti e servizi offerti ai territori.

HqVillage fornirà un piattaforma per scegliere la sede di smartworking

L’azienda di tlc metterà a disposizione il suo know how, con particolare attenzione alla crescita delle competenze digitali dei cittadini attraverso seminari e consulenze sui servizi broadband da parte di personale specializzato. HQVillage offrirà invece ai cosiddetti ‘nomadi digitali’ una piattaforma web, dove è possibile individuare con semplicità la destinazione preferita per lavorare in smart working lontano dal caos delle città. Il tool è uno strumento immediato ed accessibile che permette anche di prenotare l’alloggio, trasformando così il piccolo Borgo in una sede aziendale e lavorativa ‘alternativa’.

WHITEPAPER
Smart Working: lo stato dell’arte e cosa succede con la fine dello stato di emergenza
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working

“Borghi Connessi” punta a ridurre il digital divise

‘Borghi Connessi’ è uno dei 10 obiettivi del piano Esg (Environnement, Social, Governance) di Windtre: l’iniziativa, già avviata in più di 40 Borghi di 8 regioni italiane, intende accompagnare la crescita dei Borghi italiani grazie a connettività e tecnologie smart, promuovere una maggiore inclusione nell’accesso a Internet e contribuire a ridurre il digital divide territoriale, economico, culturale e anagrafico del Paese. Al tempo stesso, ed in sinergia con ‘Borghi Connessi’, la startup HQVillage ha come obiettivo la valorizzazione dei piccoli Comuni, tutelare la loro autenticità, promuoverli come poli di condivisione, innovazione e tradizione, attraverso una rete di proprietari immobiliari privati e un’ampia offerta di servizi.

Come aderire al progetto Borghi Connessi

La finalità della partnership tra Windtre e HQVillage è quindi quella di supportare i piccoli Comuni italiani attraverso servizi all’avanguardia per essere più attrattivi e accogliere turisti e lavoratori da remoto. Un’opportunità che ancora molti Comuni possono cogliere registrandosi su www.hqvillage.com, nella sezione dedicata ai Borghi e Piccoli Comuni, indicando in fase di
iscrizione la disponibilità al progetto ‘Borghi Connessi’. Per ulteriori informazioni su ‘Borghi Connessi’ e per segnalare l’interesse a partecipare con il proprio Comune è, invece, possibile scrivere all’indirizzo borghiconnessi@windtre.it.
 

 
 

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4