Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Brera, Raffaello restaurato

18 Mar 2009

Epson, leader mondiale nel mercato dei videoproiettori, ha messo
a disposizione della Pinacoteca di Brera i migliori prodotti di
videoproiezione per la presentazione del restauro del famoso
dipinto di Raffaello, Lo Sposalizio della Vergine. Le fasi
salienti del restauro de Lo Sposalizio della Vergine di
Raffaello, grazie alla tecnologia Epson, saranno mostrate ai
visitatori in tutti i loro dettagli nella mostra che si terrà
alla Pinacoteca di Brera fino al 31 dicembre. La videoproiezione
illustra la storia del dipinto, terminato da Raffaello nel 1504,
i risultati delle indagini diagnostiche realizzate a partire
dagli anni Ottanta che hanno consentito di approfondire la
conoscenza dell’opera e del suo stato di conservazione, e le
fasi salienti dei lavori di restauro compiuti sul dipinto.
Obiettivo del restauro è stato quello di restituire leggibilità
alla cromia del dipinto offuscata dalle vernici ossidate, dalle
patinature localizzate e dai ritocchi alterati e di risolvere
alcuni sollevamenti della pellicola pittorica. Ancora una volta,
Epson ha messo a disposizione dell’arte la propria tecnologia:
il videoproiettore che sarà utilizzato nella sala XXIV della
Pinacoteca di Brera è un modello professionale da 5200 Lumen,
caratterizzato da un’elevata luminosità e dalla possibilità
di ottenere uno schermo di grandi dimensioni. Le sue
caratteristiche assicurano proiezioni altamente nitide e
definite, anche in stanze luminose e di grandi dimensioni, quale
è la stanza della Pinacoteca dedicata alla videoproiezione, e
impeccabili anche per 12 ore al giorno. Oltre che alla qualità,
le immagini proiettate si distinguono per la regolarità della
forma, sempre perfetta grazie alla tecnologia Epson.