L’OPERAZIONE DA 61 MILIARDI

Broadcom-VMware, la Commissione Ue: “A rischio concorrenza”

Stando al parere preliminare l’acquisizione comporterebbe limiti alla competizione di mercato in particolare a seguito dell’integrazione e dell’interoperabilità di alcuni componenti hardware-software. Informate le parti con una comunicazione degli addebiti

Pubblicato il 13 Apr 2023

commissione UE

L’acquisizione di VMware da parte di Broadcom «potrebbe limitare la concorrenza nel mercato di determinati componenti hardware che interagiscono con il software di virtualizzazione di VMware». E’ quanto emerge dalla “comunicazione degli addebiti” stilata dalla Commissione europea sulla base di un’indagine avviata a dicembre. 

In particolare, Bruxelles teme che Broadcom possa limitare la concorrenza nei mercati globali per la fornitura di Hba Fc e adattatori di archiviazione, precludendo l’hardware dei concorrenti ritardando o degradando il loro accesso al software di virtualizzazione dei server di VMware. I mercati in cui opera Broadcom molto concentrati: per la Commissione se i concorrenti di Broadcom saranno ostacolati nella loro capacità di competere in questi mercati, ciò potrebbe a sua volta portare a prezzi più alti, qualità inferiore e minore innovazione per i clienti aziendali e, in ultima analisi, per i consumatori.

Due aziende complementari

Broadcom è un’azienda di hardware con sede a San José, in California, che offre, tra gli altri prodotti, schede di interfaccia di rete (“Nic”), adattatori bus host a canale in fibra ottica (“Hba Fc”) e adattatori di memoria. Recentemente ha iniziato ad espandersi nei mercati del software, principalmente per applicazioni di sicurezza e mainframe. VMware, che ha sede a Palo Alto (California), è invece ai primi posti a livello mondiale nel campo del software di virtualizzazione dei server negli ambienti on-premise e cloud privato che interagisce con un’ampia gamma di hardware, inclusi Hba Fc e adattatori di archiviazione. 

L’indagine della Commissione Ue

Nel dicembre 2022, la Commissione ha avviato un’indagine approfondita per valutare se l’acquisizione di VMware da parte di Broadcom possa limitare la concorrenza nel mercato della fornitura di Nic, Hba Fc e adattatori di archiviazione. Inoltre, la Commissione temeva che Broadcom potesse ostacolare lo sviluppo di SmartNic da parte di altri fornitori e iniziare a raggruppare il software di virtualizzazione di VMware con il proprio software e non offrire più il software di virtualizzazione di VMware come prodotto autonomo. La Commissione ha condotto un’indagine ad ampio raggio per comprendere il mercato e il potenziale impatto dell’operazione. Questa indagine ha incluso, tra l’altro, l’analisi di documenti interni forniti dalle parti e la raccolta di pareri da utenti e produttori di server, nonché da fornitori di software di virtualizzazione. 

La comunicazione degli addebiti è una fase formale di un’indagine, in cui la Commissione informa per iscritto le società interessate degli addebiti sollevati nei loro confronti, ma non pregiudica l’esito dell’istruttoria. Broadcom ha ora l’opportunità di rispondere alla comunicazione degli addebiti della Commissione.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 5