Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Calabrò a capo dei regolatori dei Paesi mediterranei

Il numero uno dell’Agcom presidente Emerg per il 2011: “Focus su Ngn, tv digitale e tutela del consumatore”

28 Gen 2011

Un italiano alla guida dei garanti per le Tlc del Mediterraneo.
Oggi il presidente dell Agcom, Corrado Calabrò, ha assunto oggi la
Presidenza, per l’anno 2011 dell’Emerg (Euro-Mediterranean
Regulators Group), il network dei regolatori del settore delle
comunicazioni elettroniche dell’area mediterranea che ha tenuto a
Roma la propria riunione plenaria.

Nell’inaugurare l’anno di presidenza dell’Agcom, Calabrò ha
proposto alcuni temi chiave sui quali focalizzare la
collaborazione: sviluppo della banda larga e reti di nuova
generazione, passaggio dalla tv analogica a quella digitale,
promozione della concorrenza, tutela del consumatore

"Ho sempre ritenuto che iniziative istituzionali di tale
natura e rilievo, realizzate sotto l’egida dell’Unione Europea
– ha sostenuto Calabrò – incoraggino il confronto tra i Paesi
dell’area mediterranea. Il valore di tale iniziativa di
cooperazione a favore dello sviluppo economico di uno dei più
promettenti mercati va al di là degli aspetti tecnici. Il
Mediterraneo ch’ è stato culla di grandi civiltà e centro di
gravità culturale, è un’area in cui la comprensione e la
collaborazione tra i Paesi rivieraschi può improntare ancora
questi difficili anni a uno spirito di evoluzione fattiva e
pacifica. È significativo che del nostro network facciano parte
Paesi in situazioni molto diverse e che tuttavia tutti insieme
troviamo linee di sviluppo civile che ci accomunano. Ciò porta ad
un consolidamento delle relazioni internazionali e ad un
rafforzamento della coesione e, quindi, della stabilità
dell’area".

In questo senso "per l’Emerg è essenziale una prospettiva
di consolidamento della cooperazione tra i Paesi del Mediterraneo e
di promozione dello sviluppo delle infrastrutture e dei servizi ha
ricordato Calabrò – In Europa il settore delle comunicazioni
elettroniche riveste un ruolo sempre più importante
nell’economia dei singoli Paesi. Questa tendenza non può non
coinvolgere l’area del Mediterraneo. In quest’ottica l’Agcom
si impegnerà perché l’Emerg possa avere un futuro stabile quale
strumento di cooperazione interistituzionale".

La presidenza per l’anno in corso rappresenta un’ulteriore
conferma del ruolo di riferimento assunto dall’Agcom tra i Paesi
dell’area mediterranea. L’Autorità ha infatti dato un apporto
decisivo alla processo istitutivo al network, nato proprio a Roma
nel 2007.