IMAGINE POSSIBLE

Calcagno, Fastweb: “Svolta digitale solo se le aziende investiranno in formazione”

“Le imprese sono nella posizione ideale per aprire le porte alle professioni del futuro”, evidenzia l’Ad della telco. “Dobbiamo prima cambiare la mentalità della forza lavoro, poi di tutta la società”

15 Feb 2022

Patrizia Licata

giornalista

calcagno-alberto-160601150831

I prossimi anni segneranno per l’Italia un vero salto di qualità nella vita economica e sociale solo se tutte le aziende, non solo quelle tecnologiche, cercheranno di formare le persone al digitale. Ne è convinto Alberto Calcagno, Amministratore delegato Fastweb: la trasformazione e il futuro del nostro Paese poggia innanzitutto sulla cultura dell’innovazione. “Le aziende devono impegnarsi a formare i bambini, i giovani, gli adulti, chi è in pensione, chi lavora e chi è disoccupato: dobbiamo insegnare la lingua del futuro, ovvero il digitale”, sottolinea Calcagno in occasione dell’evento Imagine Possible di Ericsson. “Negli Anni ’80 del secolo scorso ci siamo resi conto che l’inglese era fondamentale per lavorare, viaggiare e relazionarci con gli altri in tutto il mondo”, prosegue l’Ad di Fastweb; “ora è il digitale il nostro inglese che ci farà dialogare con la realtà economica e sociale”.

Ma l’Italia ha ancora espresso solo il 10% del suo potenziale e occorre attrarre le persone nel mondo del digitale, secondo Calcagno. Un modo semplice è mostrare, partendo dai giovani e dai disoccupati, quali sono e in che cosa consistono i lavori del domani e, sottolinea Calcagno, “per far questo le aziende sono molto più indicate dell’università e della politica, perché sanno di quali lavori c’è bisogno per entrare nel futuro prossimo. Anziché parlare per slogan e job title, come data scientist o security architect, cominciamo a raccontare che cosa fanno queste figure, quali sono i progetti a cui lavorano, gli obiettivi che cercano di ottenere, com’è la loro giornata. Dobbiamo cambiare la mentalità della forza lavoro innanzitutto e poi di tutta la società”.

Fastweb, ricorda Calcagno, si sta impegnando in questo compito con la Fastweb Digital Academy che offre sia corsi entry level di alfabetizzazione digitale sia corsi “estremamente professionalizzanti per chi ha già le competenze ma vuole trovare un nuovo lavoro”, ha detto l’Ad. “Nel futuro si apriranno 2 milioni di posti di lavoro nel digitale ed è uno spreco non essere pronti. Fastweb con la Fastweb Digital Academy vuole arrivare a 500mila certificati. Ne abbiamo erogati circa 20mila e intendiamo dunque crescere a ritmi ambiziosi, ma intanto dei 20mila certificati già ottenuti il 30% ha portato a ottenere un nuovo lavoro”.

È un modo molto efficace di cambiare la vita delle persone, conclude Calcagno: “La tecnologia è sempre fondamentale, ma è ancora più importante oggi dare le patenti digitali e far sì che un numero sempre maggiore di persone possa tirar fuori il meglio dalla tecnologia”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4