Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

LA CONVENTION BETWEEN

“Cambiare per cambiare”, a Capri va in scena l’innovazione

Il 2 e 3 ottobre l’evento che mette a confronto impresa, politica e finanza. Riflettori sui fondi Ue, sharing economy e Tlc. De Brabant: “Bisogna aprire una nuova stagione di competitività e crescita”

01 Ott 2014

E.L.

Crisi economica e Digital hanno segnato, in Italia, un profonda frattura nei modelli di consumo e di business. Per questo, il nostro Paese ha bisogno cambiare e imboccare con decisione la strada dell’innovazione, come direttrice di politica industriale e come visione di lungo periodo. Questo il filo tematico che attraverserà la due-giorni di dibattito, che si apre domani a Capri e che va sotto il nome di “Cambiare X Cambiare”.

La manifestazione, alla sua settima edizione, è promossa da Between ed è il risultato dell’impegno progettuale e del sostegno di Accenture, Poste Italiane e Sisal Pay.

“Quest’anno, da Capri, intendiamo rilanciare l’ultimatum che il mondo sta rivolgendo all’Italia: ‘Cambiare X Cambiare’. Un ultimatum che implica la capacità di codificare che l’innovazione è strategica e richiede una governance condivisa tra politica, economia, università e finanza – rileva François de Brabant, presidente di Between -Non a caso, sono questi gli attori che abbiamo qui riunito e che, siamo certi, sapranno mettersi in gioco come forze di innovazione, per aprire una nuova stagione di competitività e crescita”, rileva

I lavori si apriranno, domani 2 ottobre, con un confronto sull’accordo di partenariato 2014-2020 e proseguiranno con dibattiti su sharing economy e strategie per rifondare il go-to-market dell’Ict. Il pomeriggio sarà dedicato al possibile contributo del digitale al cambiamento della PA e alla trasformazione in atto presso i grandi player economici nazionali.

Ad animare il confronto, personaggi quali Luca Attias (Corte dei Conti), Simone Battiferri (Telecom Italia), Mauro Bonaretti (Presidenza Consiglio dei Ministri), Luca Colombo (Facebook), Paolo Coppola (Camera dei Deputati), Carlo Cottarelli (Commissario Spending Review), Graziano Delrio (Presidenza Consiglio dei Ministri), Olivier Derrien (Salesforce.com), Silvio Fraternali (Intesa Sanpaolo), Massimo Garavaglia (Regione Lombardia), Donato Iacovone (EY), Benedetta Arese Lucini (Uber), Marianna Madia (Ministero Pubblica Amministrazione), Marco Mena (Accenture), Nunzio Mirtillo (Ericsson), Roberto Moriondo (Regione Piemonte), Roberto Napoletano (Sole 24 Ore), Roberto Nicastro (Unicredit), Alex Nigg (Properly), Paul Nunes (Accenture), Marco Patuano (Telecom Italia), Alessandra Poggiani (Agenzia per l’Italia Digitale), Maurizio Santacroce (Sisal), Maurizio di Robilant (Robilant &Associati), Agostino Santoni (Cisco e Assinform).

Il 3 ottobre, la prima parte della mattinata sarà dedicata all’ “era del consumatore” e ai nuovi scenari di sviluppo dell’ecosistema digitale. I lavori proseguiranno con una tavola rotonda sul settore delle Tlc e i nuovi modelli di impresa, alla quale prenderanno parte Amministratori Delegati e ceo dei maggiori operatori nazionali. La giornata, e la manifestazione, si chiuderà con una riflessione a tutto campo sul tema del cambiamento e le conseguenti implicazioni per il Paese.

È previsto l’intervento di Sebastiano Barisoni (Radio 24), Franco Bassanini (CDP), Aldo Bisio (Vodafone), Vincenza Bruno Bossio (Intergruppo parlamentare innovazione tecnologica), Francesco Caio (Poste Italiane), Alberto Calcagno (Fastweb), Angelo Cardani (AGCOM), Elio Catania (Confindustria Digitale), Carlo d’Asaro Biondo (Google), Giovanni Fantasia (Nielsen), Maximo Ibarra (Wind), Silvio Mani (Accenture), Michele Marrone (Accenture), Mariana Mazzucato (University of Sussex), Massimo Mucchetti (Senato della Repubblica), Vincenzo Novari (3 Italia), Michele Patri (AllianceBernstein), Gérard Pogorel (Telecom Paris Tech), Davide Serra (Algebris Investments), Duccio Vitali (Alkemy), Andrea Zappia (Sky).

Capri 2014 è anche social: è possibile seguire la manifestazione attraverso la diretta Twitter seguendo l’account ufficiale @capribetween e l’hashtag #capri2014, oltre che tramite le videointerviste che saranno pubblicate sul canale YouTube “capribetween”.

La sessione di apertura dell’evento (2 ottobre, 8.30 – 10.00) sarà trasmessa in diretta streaming sulla home page del Sole 24 Ore online, all’interno dell’area Stream24, e sul sito www.capri.between.it, dove saranno disponibili anche informazioni su temi, programma e panel dei relatori.

Articolo 1 di 5