Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

CONSIGLIO UE

Chehadè (Icann): “Ottimo lavoro dell’Italia sulla governance di Internet”

Il numero uno dell’ente: “Importanti le conclusioni adottate dal Consiglio europeo per un approccio unitario al processo di riforma. Fondamentale il ruolo svolto dalla Presidenza italiana e dal sottosegretario Giacomelli”

03 Dic 2014

F.Me.

L’Icann plaude alle conclusioni del Consiglio Ue sulla governance di Internet. Nella riunione del 24 i ministri europei delle Tlc hanno adottato documento sulla partecipazione unitaria dell’Europa al processo di riforma della governance di Internet.

“In questo periodo di transizione per la governance di Internet, e per Icann in particolare, l’Europa ha un ruolo fondamentale da svolgere – commenta Fadi Chehadè, il numero uno di Icann – Diamo dunque il benvenuto all’impegno pubblico dell’Europa per contribuire in modo proattivo e costruttivo a questo processo”.

“Riconosciamo che questa è la prima volta che le conclusioni del Consiglio Ue si concentrano sulla governance di Internet e in particolare su Icann – sottolineato Chehadé – Vorrei ringraziare la Presidenza italiana e in particolare il Sottosegretario Antonello Giacomelli per la la loro visione. Entrambi hanno lavorato duramente per promuovere un approccio unico dei 28 Stati membri, sulla base dei principi NetMundial.”

Argomenti trattati

Approfondimenti

I
icann

Articolo 1 di 5