AUTOMOTIVE

Chip, Volkswagen e StMicroelectronics uniscono le forze

Le due società hanno annunciato una partnership per lo sviluppo di un sistema che permetterà a Cariad, la divisione software del colosso tedesco, di garantire la fornitura di semiconduttori per le auto del gruppo Volkswagen nei prossimi anni

21 Lug 2022

Domenico Aliperto

chip-auto-automotive3

Volkswagen e StMicroelectronics (Stm) svilupperanno congiuntamente un nuovo semiconduttore. Più nello specifico Cariad, l’unità software del colosso tedesco dell’automotive, e la società franco-italiana progetteranno insieme un SoC (System-on-Chip) automobilistico, un hardware su misura per la connettività, la gestione dell’energia e gli aggiornamenti via etere che renderà i veicoli completamente definiti dal software e che farà parte della famiglia di microcontrollori Stellar.

I dettagli dell’accordo

Le due parti non hanno reso pubblici i dettagli finanziari di un accordo che fa di StMicroeletronics uno dei maggiori partner tecnologici di Volkswagen. Si sa però che entrambe le aziende si stanno “muovendo per concordare” che la produzione del chip venga gestita da Taiwan Semiconductor Manufacturing Company (Tsmc).

WHITEPAPER
I 4 consigli da seguire per riuscire nella trasformazione digitale
Digital Transformation

La carenza di semiconduttori ha colpito i produttori di auto di tutto il mondo, rendendo impossibile per le aziende evadere i forti ordini, con grandi quantità di veicoli non terminati rimasti nei magazzini per mesi, e senza alcuna visibilità di una rapida fine della crisi.

Con questa mossa, Cariad mira dunque a garantire la fornitura di chip per le auto del Gruppo Volkswagen nei prossimi anni. Il nuovo modello prevede inoltre che il gruppo tedesco, attraverso la controllata, entri per la prima volta in rapporti diretti con fornitori di semiconduttori a livello Tier 2 e Tier 3. In futuro, Cariad intende imporre ai fornitori Tier 1 del gruppo di utilizzare solo il SoC sviluppato insieme a Stm e il microcontrollore standard Stellar di Stm per l’architettura a zone di Cariad.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3