IL BILANCIO

Cisco batte le attese, ma il calo di ordini zavorra la crescita

Fatturato a quota 14,57 miliardi di dollari, ma il titolo va sotto pressione a causa della diminuzione del 23% della domanda: pesano le condizioni macroeconomiche che colpiscono i nuovi prodotti

Pubblicato il 18 Mag 2023

Screenshot 2023-05-18 alle 14.56.57

Titolo Cisco sotto pressione nelle contrattazioni di Wall Street, nonostante la trimestrale migliore delle stime annunciata dal colosso delle infrastrutture Internet. Il titolo cede quasi il 4%. Cisco ha concluso il suo terzo trimestre fiscale con un fatturato a 14,57 miliardi di dollari contro i 14,39 miliardi attesi. L’azienda tuttavia rende noto che gli ordinativi sono scesi del 23%, in quanto le “condizioni macroeconomiche” hanno colpito la domanda dei consumatori di nuovi prodotti.

Il terzo trimestre fiscale

L’azienda ha registrato un utile netto di 3,2 miliardi, o 78 centesimi per azione, su un fatturato di 14,57 miliardi di dollari, rispetto ai 12,84 miliardi di un anno faL’utile netto è di 78 centesimi per azione. Gli utili, rettificati per le spese per stock option e per i costi non ricorrenti, sono stati pari a 1 dollaro per azione.

WHITEPAPER
Cosa si può chiedere a ChatGPT? Scarica la guida 2023: consigli per l’uso, esempi ed opinioni

La stima media di 11 analisti intervistati da Zacks Investment Research prevedeva guadagni di 97 centesimi per azione. Il venditore di router, switch, software e servizi ha registrato ricavi per 14,57 miliardi di dollari nel periodo, superando anche le previsioni di Wall Street.

Ciononostante il gigante delle reti, pur aumentando la previsione degli utili per l’anno, mantiene il limite massimo delle previsioni sui ricavi e il Cfo afferma che gli ordini sono diminuiti del 23% su base annua a causa delle preoccupazioni sulla domanda tecnologica.

I problemi della catena di approvigionamento

Gli analisti intervistati da FactSet prevedevano in media un utile netto rettificato di 97 centesimi per azione su un fatturato di 14,4 miliardi di dollari.

“Il nostro solido arretrato, i flussi di entrate ricorrenti e l’Rpo, nonché il miglioramento della disponibilità dell’offerta, rafforzano la nostra fiducia nell’aumentare la guidance per l’intero anno” dichiara il Chief Financial Officer di Cisco Scott Herren. In un’intervista, ha affermato che i problemi della catena di approvvigionamento si stanno attenuando, anche se l’arretrato rimane circa il doppio delle sue dimensioni normali.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Argomenti trattati

Personaggi

S
Scott Herren

Aziende

C
Cisco

Approfondimenti

T
trimestrale

Articolo 1 di 3