Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Citrix cresce in Italia: taglio del nastro della sede romana

L’azienda punta a espandere il business della virtualizzazione e del cloud nel Centro-Sud. Nelle mire c’è la Pubblica amministrazione centrale. Ferrini: “Raddoppiate risorse e attività formative”. Jolivet: “Più vicini ai clienti”

13 Lug 2011

Da Milano a Roma. Dal Nord al Centro-Sud. Ha obiettivi ambiziosi
l'americana Citrix, azienda quotata al Nasdaq specializzata in
soluzioni di virtualizzazione, cloud computing e networking, che
considera l'Italia uno dei paesi strategici del business
europeo. Questa mattina a Roma presso l'Ambasciata Usa è stata
ufficialmente annunciata l'apertura della sede capitolina in
viale Marconi all'Eur che sarà guidata da Bernjamin Jolivet,
appena nominato System Integrator Partner Manager e Team Leader
della squadra Citrix su Roma. Nel suo nuovo ruolo Jolivet dovrà
guidare la crescita strategica della società nell’area
centro-sud, sviluppando le partnership con i system Integrator e i
rapporti con i principali clienti dell’area, compresa la Pubblica
Amministrazione centrale.

Il team romano di Citrix  si compone di professionisti che operano
nelle funzioni di prevendita e vendita, del supporto tecnico e dei
servizi professionali. Ad Antonio Marotta è stata affidata la
responsabilità commerciale per il mercato del centro-sud e per la
Pubblica Amministrazione.

"La soscietà è sul mercato italiano da oltre 10 anni e ora
vuole confermare la sua vicinanza al mercato e rafforzare i propri
rapporti con la PA centrale", ha detto in apertura dei lavori
Patricia Wagner, Deputy senior commercial officer
dell'Ambasciata americana che ha offerto il rpopprio patrocinio
e supporto all'evento.

Ad illustrare la strategia e i prossimi obiettivi locali ci hanno
pensato lo stesso Jolivet affiancato da Massimiliano Ferrini, Sales
manager della filiale italiana. E all'evento ha presenziato
anche Scott Herren, managing director e Vp Emea di Citrix
International. "Vantiamo 230mila clienti a livello mondiale
fra cui il 100% delle aziende Fortune 500 e 100 milioni di
utilizzatori business – ha ricordato Herren -. Il 75% degli utenti
di Internet è online grazie alle nostre soluzioni. Sono nostri
clienti aziende del calibro di Google ed eBay, per fare qualche
esempio". Fra i clienti ci sono anche le big telco, inclusa
Telecom Italia, e poi Telefonica e Swisscom. Ricca e di valore
anche la squadra di partner: da Hp a Dell, da Ibm a Microsoft,
passando per Intel, Amd, NetApp, per citarne alcuni.

"Il mercato ci riconosce la leadership nel segmento della
desktop virtualization e di Internet -ha spiegato Ferrini -. Nei
data center siamo meno noti ma Gartner ci ha appena riclassificato
inserendoci nel quadrante dei leader mentre prima eravamo fra i
visionari. Segno che anche in questo segmento ci stiamo
affermando". Ferrini ha annunciato che Citrix sta puntando
molto sull'Italia: "La struttura cresce, abbiamo
raddoppiato le risorse e le attività formative e riorganizzato la
struttura commerciale per essere più vicini ai clienti, con una
struttura ad hoc dedicata a banche e Tlc. Attraverso i nostri
partner ed i system integrator raggiungiamo un numero elevato di
aziende e ora vogliamo ulteriormente rafforzare la squadra puntando
in particolare su attività di formazione". "Vogliamo
rafforzarci nel mercato dei pc virtuali – ha aggiunto Ferrini – e
portare anche in Italia la tecnologia di networking e puntiamo
anche sulla server virtualization".

Da parte sua Jolivet ha puntualizzato che "l'azienda
potrà avvicinarsi a un territorio finora gestito da Milano
migliorando il rapporto con i clienti. Lavoreremo fianco a fianco
con i nostro partner affinché la nostra vision sia chiara al
cliente finale".