IL RICONOSCIMENTO

CK Group, Victor Li Grande ufficiale dell’Ordine della Stella d’Italia

Il presidente della società insignito dell’onorificenza dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per “lo straordinario contributo all’economia, alla cultura o alla ricerca scientifica del Paese”

28 Lug 2022

Veronica Balocco

Afval- en energiecentrale AVR.
**** FOTO'S ZIJN VOOR INTERN GEBRUIK ZOALS PRESENTATIES. VOOR OVERIG GEBRUIK HEEFT DE GEBRUIKER EERST TOESTEMMING VAN DE FOTOGRAAF NODIG***************** Nederland, Rozenburg. AVR afval- en energiecentrale in het Rotterdamse Botlek-gebied. Bij AVR gebruiken ze de warmte die vrijkomt bij het verbranden van afval om stroom op te wekken. De opgewekte energie wordt aan industrie en huishoudens in de omliggende regio's geleverd. Dit proces heet Waste-to-Energy. **** FOTO'S ZIJN VOOR INTERN GEBRUIK ZOALS PRESENTATIES. VOOR OVERIG GEBRUIK HEEFT DE GEBRUIKER EERST TOESTEMMING VAN DE FOTOGRAAF NODIG*****************
Victor TK Li, presidente di CK Group, ha ricevuto l’onorificenza di Grande ufficiale dell’Ordine della Stella d’Italia, conferita dal Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, tramite il console italiano a Hong Kong. 
L’Ordine della Stella d’Italia è un riconoscimento attribuito agli stranieri per il loro “straordinario contributo all’economia, alla cultura o alla ricerca scientifica del Paese”. Il titolo di Grande ufficiale dell’Ordine è stato assegnato a Victor Li per i suoi “significativi risultati nel promuovere relazioni amichevoli e nel favorire i legami commerciali tra Italia e Hong Kong“.

In Italia dal 2003

CK Group è uno dei maggiori investitori stranieri in Italia. Il Gruppo investe nel Paese dal 2003, con oltre 7.000 dipendenti in aziende come l’operatore di telecomunicazioni Windtre, Marionnaud, leader europeo nella vendita al dettaglio di profumi e cosmetici, e ista, tra i principali fornitori di servizi di gestione integrata dell’energia.
Li Ka-shing, senior advisor di CK Group, era stato nominato Grande ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana, nel 2005, dall’allora presidente Carlo Azeglio Ciampi.
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5